Così il Covid mette ko gli adolescenti

Lo studio del Mondino di Pavia: suicidi e autolesionismo aumentati del 50%, come pure i ricoveri. Crescono anche disturbi alimentari e dipendenze da computer e cellulari 
3 minuti di lettura

I giorni sono diventati tutti uguali. Incontrarsi non è più possibile, e nemmeno guardarsi in faccia. Tra i 12 e i 17 anni il lock down che ha cambiato per tutti abitudini e stili di vita, ha inciso più profondamente. Il non poter comunicare, non vedere gli amici, potere stare in strada quando e quanto si vuole, è entrato nel cervello come un pensiero martellante, trasformandosi in disturbi psicologici e psichiatrici.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori