No, il gatto non fa i dispetti. Però è stressato

Credit: Jam Sta Rosa/AFP/Getty Images 
Un cambio improvviso in casa e i mici non usano più la lettiera. Il gesto è dovuto a un motivo preciso o a un problema di salute
1 minuti di lettura

CHIUNQUE abbia deciso di condividere la propria vita con un gatto, sa che si tratta di animali molto puliti, sia per ciò che riguarda l’igiene personale, che dei luoghi dove mangiano, dormono o fanno i bisogni.  I cuccioli si abituano in poco tempo all’uso della lettiera, e difficilmente faranno i propri bisogni fuori. Però è un qualcosa che potrebbe capitare: alcuni di noi possono essersi trovati di fronte al problema che il proprio gatto non utilizzi più la lettiera, ma tenda a fare la pipì in casa.

 

Come prima cosa non bisogna pensare che sia una forma di dispetto nei nostri confronti; fare i bisogni fuori dalla lettiera per il gatto è indice quasi sempre di un disagio, che può essere fisico e psicologico. La prima cosa da fare è rivolgersi al proprio veterinario. Importante è pensare se possa essere dovuto a un cambiamento della marca della lettiera – un cambio di odore e consistenza di quest’ultima potrebbe non essere gradito – oppure a un cambio del luogo dove sia collocata; questa dovrebbe essere sempre posizionata in un luogo tranquillo, non di passaggio.

Potrebbe capitare che se il gatto venga spaventato nel momento dei bisogni possa associare lo spavento all’uso della lettiera, e quindi a non utilizzarla più. Le eliminazioni inadeguate di urina possono essere dovute a cambi nella routine, come ad esempio: traslochi, l’arrivo di un neonato, o cambi di umore del proprietario con cui si sentono in simbiosi.

 

La pratica di effettuare la pipì fuori dalla lettiera potrebbe, però, anche essere dovuta a infezioni o infiammazioni delle vie urinarie. Importante osservare se il gatto provi dolore nell’atto della minzione, e se le urine siano in quantità ridotta o moderata. Per chi, invece, vive in appartamento con gatti non sterilizzati, la pratica di fare i bisogni dappertutto può essere del tutto normale nel periodo del calore.

Medico veterinario, Sassari