Storie di ragazzi nella pandemia, il 36% chiede un'app per parlare con i genitori

I dati emersi dal sondaggio dell’Associazione nazionale dipendenze tecnologiche, GAP e cyberbullismo e di Skuola.net. Aumenta il rischio di isolamento, il cyberbullismo e c'è sempre più difficoltà a immaginare il proprio futuro (Grafici e animazioni di Gedi Visual)
6 minuti di lettura
SEI ORE al giorno davanti allo schermo per la didattica a distanza e poi pomeriggi interi on line per studiare o chattare con gli amici. Le scuole sono chiuse, anche piscine e palestre. Le vite dei ragazzi durante la pandemia sono sempre più nella piazza virtuale ed è lì che per loro si gioca tutto. Qualche rara passeggiata all'aria aperta, ma per il resto tutto è fatto di bit.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori