Influenza, contagi in rapido calo ma finora sono 7,2 milioni

Ci sono stati 264.000 casi la scorsa settimana, in calo soprattutto tra i giovanissimi complice la chiusura delle scuole decisa per frenare l'epidemia da coronavirus

1 minuti di lettura
ROMA  - L'"Io resto a casa" imposto dall'emergenza coronavirus sta producendo un risultato positivo anche per l'influenza: calano i contagi settimanali, e con una cerrta velocità, soprattutto tra i giovanissimi, complice la chiusura delle scuole decisa per frenare l'epidemia di covid-19 che sta mettendo in ginocchio il paese. I casi di influenza sono arrivati comunque a quota 7,2 milioni. Nella settimana dal 9 al 15 marzo sono stati segnalati, in Italia, 264.000 contagi (a fronte dei 345.000 della settimana precedente). E' quanto si apprende dal bollettino di sorveglianza epidemiologica Influnet, a cura dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Il livello di incidenza nella 11esima settimana del 2020 è di intensità bassa e pari a 4,4 casi per mille assistiti (era di 5,7 la settimana precedente) e in calo soprattutto tra i bambini e teenager, ovvero tra 0 e 14 anni. Le regioni più colpite sono Piemonte, Lombardia, le province autonome di Bolzano e Trento, Liguria, Toscana, Marche e Sardegna. Da ottobre al primo marzo (ultimo dato disponibile), secondo il bollettino Flunews, sono stati 169 i casi gravi di influenza, che hanno richiesto il ricovero in terapia intensiva, di cui 35 deceduti.