Beauty detox per viso, capelli e unghie

Pelle della faccia spenta, occhiaie. La chioma fragile: sono le conseguenze dell’eccesso delle feste con make up più intensi, pieghe e smalti a lunga durata. Con l’aiuto dell’esperta vediamo come rimediare ai danni

3 minuti di lettura
FRA fine dicembre e gennaio, tutti abbiamo fatto le ore piccole, mangiato più dolci e pietanze pesanti e bevuto più alcolici rispetto al solito. E poi per essere più belle, ci siamo concesse un po’ di trucco in più, qualche messa in piega più frequente e unghie all’ultima moda. Risultato? La pelle del viso, ma anche i capelli e le unghie ora presentano il conto e chiedono un ‘risarcimento’. L’esperta ci spiega come correre ai ripari.
 
  • PELLE SPENTA E OCCHIAIE
Complice il ritorno alla routine quotidiana con i ritmi serrati, in questi giorni invece di avere un viso più fresco e rilassato possiamo presentare un colorito spento e opacizzato e persino le occhiaie. “Queste ultime – spiega Norma Cameli, responsabile Dermatologia correttiva, Istituto San Gallicano - IRCCS Roma nonché nostra esperta per la rubrica ‘I cento esperti di RSalute’- dipendono da un disturbo di tipo vascolare che può essere peggiorato con lo stress, la carenza di sonno e l’alterazione dei ritmi circadiani. Durante le feste e insieme agli amici si tende a fumare di più e anche ciò favorisce il rallentamento del microcircolo e quindi la comparsa delle occhiaie”. 
 
  • I DANNI DEGLI AVANZI
Per smaltire i vari avanzi di dolci e frutta secca delle feste natalizie, si continua a mangiare di più, in particolare carboidrati e cibi ricchi di grassi. “L'eccesso di glucosio dovuto ad esempio al latte contenuto nel cioccolato dei torroni, nel panettone e nel pandoro – prosegue l’esperta - può indurre un’insulino-resistenza che può determinare una stimolazione delle ghiandole sebacee. L'eventuale aumento del peso corporeo e accumuli di grasso avranno causato magari un peggioramento della cellulite”. Inoltre, l’aumentato consumo di alcol magari anche dopo le feste perché in casa ci sono più bottiglie da smaltire e perché fa freddo, si può ripercuotere indirettamente sull’equilibrio idroelettrolitico della nostra pelle e peggiorare couperose e rosacea.
 
  • BEAUTY DETOX PER LA PELLE A TAVOLA
Come rimediare a questi danni? “E’ importante limitare ora il consumo di carboidrati, consumare più proteine, soprattutto di origine vegetale, mangiare molta frutta e verdura che contengono soprattutto vitamina C ed F che favoriscono l’elasticità della pelle - suggerisce Cameli. Aumentiamo l’introduzione di acidi grassi insaturi, di polifenoli, di omega 3 e 6, di verdure verdi e alimenti di colore rosso e arancione con proprietà antiossidanti ed immuno-protettiva”.
 
  • DETERSIONE E IDRATAZIONE
Un altro motivo per cui la pelle in questi giorni non si presenta al meglio è che durante le feste ci siamo truccate di più osando magari con ombretti, fard e rossetti che non usiamo normalmente e in quantità maggiore: “Ci si trucca di più ma soprattutto a volte non si rimuove perfettamente il trucco e questo può comportare la persistenza di detriti cellulari e impurità e un effetto occlusivo sui pori con un’azione comedogenica – precisa la dermatologa. Inoltre, si permane a lungo in ambienti più riscaldati del solito, se possibile, ci si rilassa vicino ad un camino acceso e ciò determina una maggiore esposizione a polveri sottili e altri inquinanti. “Per questo è fondamentale utilizzare detergenti idonei che rispettino il PH della pelle, una corretta idratazione topica ed anche utilizzare antiossidanti sia topici che sistemici” conclude l’esperta. 
 
  • CAPELLI SOTTO STRESS
Anche i capelli sono stati sottoposti allo stress delle feste perchè abbiamo fatto più pieghe, usato la piastra, gel e lacche più spesso. Quali danni abbiamo fatto? “Asciugare i capelli con phon a massima velocità e temperatura e l’uso eccessivo della piastra creano danni dapprima alla cuticola e quindi alla corteccia determinando le doppie punte e sfibrando il capello” avverte Cameli. Anche le acconciature troppo tirate o l’uso di elastici per capelli troppo stretti possono causare dei danni da trazione favorendo una alopecia.
 
  • RIPARARE LA CHIOMA
Anche per i capelli, dunque, serve una ristrutturazione. “E’ importante usare il balsamo in quanto crea una pellicola protettiva, lasciare i capelli sciolti, usare il phon a temperature più basse ed anche seguire un’alimentazione corretta, ricca di proteine e ferro. Ma poiché quello assunto con l’alimentazione è poco biodisponibile conviene associare alimenti ricchi di vitamina C (arance, pomodori, peperoni, ecc.) che aiutano ad assorbirlo. Sono importanti anche i sali minerali come lo zinco e le vitamine. Preziose sono la vitamina E, C, B6, H (biotina) e la B9 (l’acido folico)”.
 
  • TROPPI SMALTI PER TANTI GIORNI  
Anche le unghie sono state stressate da smalti, gel e semipermanenti per avere le mani sempre in ordine durante le feste. Le unghie hanno risentono di questi trattamenti eccessivi? “Dopo l’applicazione di unghie scolpite si può osservare una fragilità della lamina ungueale. Mentre l’uso continuativo dello smalto può provocare degranulazione degli strati superficiali dell’unghia che determina piccole chiazze biancastre” fa notare Cameli. Inoltre, se lo smalto colorato rimane per lunghi periodi sulle unghie, dopo circa 10 giorni, la cheratina si pigmenta e l’unghia diventa color giallo-rosso. 
 
  • NUTRIRE LE UNGHIE
Come rimediare? “Si possono applicare topici idratanti contenenti colesterolo, urea, fosfolipidi, alfa idrossiacidi, collagene ed acido lattico che permettono all’unghia di mantenere un giusto grado di idratazione. Mentre sarebbe preferibile non utilizzare gli indurenti per unghie che a volte possono disidratarle. L’assunzione di integratori contenenti oligoelementi (ferro, zinco, selenio), vitamine (B6, E, C, biotina), amminoacidi (cistina, arginina) e chitosano migliorano la consistenza delle unghie e facilitano una corretta crescita” conclude la dermatologa.