Moda

Cristina Parodi: "Dall'amicizia con Daniela è nata Crida, la mia avventura nella moda"

Abiti femminili e versatili, da indossare 24h per affrontare le giornate complesse di ogni donna. La celebre giornalista racconta la sua avventura nella moda, nata da un'amicizia femminile e diventata una realtà imprenditoriale

1 minuti di lettura

Crida, come la fusione del nome di due amiche, Cristina Parodi e Daniela Palazzi, per una linea di moda tutta declinata al femminile. Le abbiamo incontrate e ci hanno parlato di questa avventura, nata nel 2019, in un momento che si sarebbe poi rivelato molto difficile, e sopravvissuta alla tempesta della pandemia grazie al commercio online.

"Crida propone abiti femminili e versatili, che possono essere indossati in ogni momento della giornata, da mattina a sera, - spiega Cristina Parodi - la nostra ricerca è sui tessuti naturali, sete e cotoni che rappresentano l'eleganza italiana, e hanno linee ampie e morbide, femminili. Abiti da amare e conservare con cura nell’armadio. Una risposta italiana e locale alla fast fashion."

Un abito della collezione Levante per la p/e 2022 

Come molti personaggi celebri dello spettacolo, anche Cristina Parodi ha iniziato il suo percorso nella moda, ma, racconta, in maniera differente dalla maggioranza dei suoi omologhi: "In genere i personaggi noti fanno da testimonial alle linee di moda o beauty che seguono. Non è il nostro caso: io e Daniela siamo amiche da sempre, lei da sempre crea i suoi bellissimi abiti di seta, che io ammiravo e chiedevo di avere. Nel momento in cui abbiamo iniziato questa avventura, però, lo abbiamo fatto in modo serio e partendo da zero. Creare un'azienda non è uno scherzo, significa mettersi a tavolino e imparare tutto quello che c'è da sapere."

Lavorare a Crida, racconta, ha cambiato il loro approccio alla moda "ora compriamo molto meno, e facciamo molto più caso alla qualità dei tessuti e alla loro provenienza - osserva Daniela Palazzi, che racconta anche di preferire gli acquisti online - mi piace molto comprare online, anche se alla fine mi faccio sempre aiutare da uno dei miei figli, perché la tecnologia non è il mio forte e sbaglio sempre qualcosa."

L'evento di presentazione della collezione Levante di Crida alla Milano Fashion Week 

Abiti femminili e colorati quelli proposti anche nella collezione Levante per la prossima primavera estate, che possono essere indossati in ogni momento del giorno, e che vanno bene sia per le occasioni lavorative che per il tempo libero: "Se guardo indietro a quando conducevo il TG - racconta Cristina Parodi - indossavo giacche con enormi spalle, e mi vestivo più da grande allora che adesso. Era un modo per acquisire autorevolezza, quando ero molto giovane."

Cristina ricorda anche un consiglio ricevuto da Silvio Berlusconi sull'abbigliamento da adottare in onda: "Ci disse di non indossare mai gioielli molto vistosi, per non distogliere l'attenzione del telespettatore dalle notizie. E' un consiglio che ho trovato giusto e ho sempre rispettato."