(reuters)

L'abito di Kate Middleton per il funerale di Filippo e l'eleganza dell'understatement

Consapevole del suo potere di attrarre i fotografi su di sé, la duchessa ha scelto un outfit raffinato ma non appariscente, e già indossato in precedenza, per non distogliere attenzione dalle esequie

1 minuti di lettura

Ci piace pensare che Kate Middleton sia l'erede di Lady Diana; mostra la sua compassione, la sua eleganza, indossa i gioielli che hanno fatto brillare, prima di lei, la principessa del Galles, madre di suo marito William. Eppure Kate è profondamente diversa da Diana: non cerca la luce dei riflettori, nella spasmodica ricerca di conferme. Quindi, nel giorno del funerali del principe Filippo opportunamente fa un passo indietro per lasciare alle esequie l'attenzione che meritano.

Lo fa vestendo un outfit già visto, distinto ma non appariscente: firmato Roland Mouret con scollatura asimmetrica, è stato abbinato a un cappotto Catherine Walker ed è l'ennesimo caso di 'riciclo' per la duchessa, che lo aveva già indossato per il Royal British Legion Festival of Remembrance nel 2018. Come accaduto anche al matrimonio di Harry e Meghan Markle, Kate veste un outfit già visto per non attirare troppo l'attenzione su di sé.

 

Il cappellino adagiato sulle morbide ciocche del raccolto è firmato Phillip Tracy e ha una veletta sul davanti mentre la collana è un cimelio di famiglia con un significato speciale: apparteneva alla regina Elisabetta II e prima di lei alla regina Mary, che gliela consegnò in eredità. Elisabetta la consegnò a lady Diana dopo il suo matrimonio con il principe Carlo, suo figlio, e dopo la morte tragica di lei (o forse già con il suo divorzio dal principe del Galles) tornò in suo possesso.

Ora, il gioiello è affidato a Kate, che l'ha sfoggiato per la cena del 70° anniversario di matrimonio della regina e del principe Filippo al Castello di Windsor, nel 2017. Tornare a indossarla per dare al duca di Edimburgo l'ultimo saluto è stato un gesto che sicuramente la sovrana avrà compreso, e apprezzato.