Star

Beyoncé, tra nuovi designer e grandi maison: tutti i look di Renaissance

Beyoncé, tra nuovi designer e grandi maison: tutti i look di Renaissance
Per il nuovo album appena pubblicato la cantante firma un'opera stilistica ricca di riferimenti, ingaggiando un gran numero di designer, noti ed emergenti. Con look improntati alla stravaganza, l'artista si è affermata ancora una volta come un'icona moda e diva contemporanea
2 minuti di lettura

Queen B torna dopo sei anni con un nuovo album da solista, Renaissance, un autentico tormentone globale: a poche ore dalla sua uscita, è già in testa alla classifica degli album più venduti su Itunes. L'attesa era tale che le canzoni del disco sono trapelate persino prima della mezzanotte del 29 luglio, data ufficiale del rilascio, con un'anticipazione imprevista che ha mandato su tutte le furie i fan.


Oltre che musicalmente, il lancio del settimo album è stato alimentato anche da un racconto fashion composto da look elaborati, che la popstar 40enne ha indossato e sfoggiato sui social. Parliamo in particolare dell'immagine di copertina del disco, dove una Beyoncé in versione moderna Lady Godiva, ricoperta da poco più di un bikini di cristalli, compare seduta sull'ologramma di un cavallo dalle preziose sfumature di diamante. 

Le copertine dell'album

I riferimenti del look di Beyoncé sono molteplici: oltre che prendere ispirazione dalla nobile anglosassone che, nel Medioevo, si faceva paladina dei diritti dei sudditi cavalcando nuda, l'artista attinge alle atmosfere disco più recenti dello Studio 54, l'amato club del jet-set neworkese tra gli anni Settanta e Ottanta dove Bianca Jagger entrò nel 1977 su un cavallo bianco. Beyoncé ha commissionato l'immagine di copertina del suo album Renaissance alla moda futuristica di Nusi Quero, brand di Los Angeles i cui pezzi couture sono concepiti in formato digitale e poi realizzati con impressione 3D.

Per la cover del vinile, Beyoncé è rimasta sullo stesso stile, affidandosi stavolta alla designer dominicana-libanese Giannina Azar e al fashion stylist Marni Senofonte. La creativa ha detto di essersi nutrita dell'estetica dei Seventies e delle sue dive come Cher, di cui Beyoncé è in un certo senso incarnazione contemporanea. L'abito firmato Azar è integrato da un mantello con frange di cristalli e piume. La cantante lo abbina ad un cappello da cowgirl chiaro. In entrambe le copertine, i capelli sono lunghissimi e riprendono le onde botticelliane di tendenza tra le star.

Gli altri look

Insieme ai nuovi brani di Renaissance, trapelano anche gli altri outfit scelti da Queen B, che ricordiamo forma coppia fissa con il rapper Jay-Z, suo marito dal 2008, ed è con lui mamma di tre figli, Blue Ivy, Rumi e Sir. Icona moda dal guardaroba imitatissimo, oltre che madrina di una fortunata collezione per Adidas, per il suo ritorno sulla scena musicale Beyoncé ha concepito una vera e propria opera stilistica, cui ha chiamato a partecipare un grande numero di designer, sia noti che meno conosciuti. 

In linea con i trend che portano sul seno il centro dell'attenzione di un look, scoprendolo con naked dress o al contrario esaltandolo con una boobs mania dalle protuberanze geometriche, Beyoncé ricorda Madonna ed il suo iconico corsetto disegnato da Jean Paul Gaultier negli anni Novanta. L'ex cantante delle Destiny's Child sceglie però una creazione haute couture Schiaparelli, realizzata da Daniel Rose Berry, un body abbinato a parigine a pois, scarpe platform verniciate e grossi orecchini pendenti dorati a goccia. Lo stile associato da Beyoncé al suo Renaissance è improntato agli eccessi, con body in latex, abiti dai volumi extra, trasparenze, cappelli con velette, sigarette di cristallo, maxi unghie a stiletto e hairstyle arditi come l'acconciatura a cono.

L'oro e l'argento sono componenti fondamentali dello scintillio che emana dai look di Beyoncé, che opera una scelta inclusiva di stilisti per vestire la sua "rinascita" e assolda brand come Buerlangma, Melissa Simon Hartman (con abito scultura golden abbinato a maxi cuissardes Philipp Plein), Luis De Javier o i grafismi optical di Bethany Cordwell.

Maison Alaïa ha firmato i look con gonne e pantaloni dai rivestimenti in piume e Gucci lo scenografico abito plissé silver, con maniche spioventi, Mugler l'abito "armatura": tutti i look sono visibili sul sito ufficiale della star. Una volta di più, Beyoncé ha siglato con Renaissance la sua immagine di diva contemporanea.