Benessere
Yoga, gli "asana" che aiutano a vivere meglio

Yoga, gli "asana" che aiutano a vivere meglio

Tecniche di rilassamento, detox, superfood, ricette: nel libro “Per un anno di benessere” dell’influencer e conduttrice tv Michela Coppa la formula per stare bene. Nutrendo l’anima

2 minuti di lettura

Lo yoga, pratica esercitata da 2,5 milioni di italiani per allenare sia il corpo che la mente, e i cosiddetti “superfood” - ovvero i cibi di origine vegetale con alto contenuto di antiossidanti, minerali, fibre e omega 3 – sono considerati due pilastri per il raggiungimento di una longevità non troppo appesantita da problemi di salute. Anche solo per l’approccio mentale che presuppongono: chi si sforza di ritagliarsi il tempo per lo yoga sarà anche più propenso ad avere cura del proprio corpo anche negli altri momenti e di fronte alle tante tentazioni che si incontrano, come ad esempio il junk food o l’ascensore al posto delle salutari rampe di scale.

Proprio sull’accoppiata vincente tra yoga e superfood è incentrato Per un anno di benessere (Mondadori) di Michela Coppa, conduttrice televisiva, influencer nel benessere (con oltre 286.000 follower su Instagram) e insegnante certificata Yoga Alliance. "Grazie alle loro proprietà – in particolare la presenza di vitamine e di antiossidanti – i superfood aiutano il nostro corpo a disinfiammarsi, ed essendo l’infiammazione di organi e tessuti una condizione che li logora in maniera silenziosa ma costante, ciò contribuisce a prevenire malattie e quindi a vivere meglio e più a lungo", spiega Michela Coppa. D’altra parte, come suggeriscono anche gli studi di Immaculata De Vivo, docente alla Harvard Medical School, la pratica della meditazione è associata a una maggiore lunghezza dei telomeri, ovvero le estremità protettive dei cromosomi, che sono una misura della longevità perché indicano il limite oltre il quale le nostre cellule non riescono più a suddividersi, con conseguente invecchiamento dei tessuti. "Un’altra funzione con cui lo yoga può aiutare il nostro corpo a difendersi dal logoramento quotidiano è il detox", spiega Coppa. "Ad esempio possiamo fare delle torsioni del corpo – magari girando il petto verso sinistra e il ventre verso destra – che, mantenute per la durata di cinque respiri lunghi, quindi per 1-2 minuti, fanno sì che gli organi possano 'strizzarsi' e rilasciarsi: in questo rilascio – che deve essere fatto in maniera guidata, e per questo consiglio a tutti di affidarsi a un maestro di yoga che possa seguirci di persona – si ha anche un rilascio di tossine che poi vengono metabolizzate via dal corpo".

 

Esistono molti esempi di questi asana (ovvero posizioni dello yoga) con effetti mirati al benessere degli organi. "Tra questi sono molto tonificanti le inversioni fatte sulla testa, con il corpo che viene messo sottosopra", sottolinea Coppa. "L’effetto disintossicante deriva proprio dall’alterare, con posture che non devono essere improvvisate, il posizionamento degli organi per poi farli tornare come prima". Senza contare che ogni asana porta una tonificazione e uno stretching importante ai muscoli. "Estendendo il muscolo andiamo anche a riossigenarlo, portando via al tempo stesso le tossine", spiega Coppa.

La novità del libro Per un anno di benessere è l’individuazione, mese per mese, di posizioni yoga e cibi da abbinare per massimizzare gli effetti sul corpo e sullo spirito. "Per i primi freddi di questo periodo consiglio, tra le mie ricette, di provare un decotto di curcuma (antiossidante naturale e potente antinfiammatorio che aiuta rafforzare il sistema immunitario, molto presente nella medicina ayurvedica indiana), zenzero (regolatore della flora intestinale e con azione depurativa) e foglie di salvia (che grazie ai flavonoidi che contengono riequilibrano il sistema ormonale)", spiega Coppa. E il corpo e la mente vi ringrazieranno.