Myanmar, la protesta delle principesse: in abito lungo contro il golpe

Decine di ragazze sono scese in piazza in abiti da sera per dimostrare che anche le giovani donne partecipano alla protesta contro il colpo di stato del 1 febbraio

1 minuti di lettura
(ansa)
Indossano abiti lunghi, di tulle, con il corpetto ornato di fiori. Sono le ragazze scese in piazza a Yangon, principale città di Myanmar, per quella che hanno chiamato la "protesta delle principesse" contro il golpe di stato militare del primo febbraio, che ha portato all'arresto del presidente e della leader della Lega nazionale per la democrazia Aung San Suu Kyi.
"Vogliamo dimostrare che anche le ragazze stanno partecipando alla protesta contro il golpe militare. Pensiamo che questi costumi siano il modo più evidente per mostrarlo", ha detto una ragazza scesa in piazza al 'Frontier Myanmar', che sul suo account di Twitter ha condiviso video della sfilata di protesta. Sono decine di migliaia le persone che dal giorno del golpe sono scese in piazza contro il colpo di stato, nonostante il divieto ai raduni di massa e il coprifuoco notturno.