Generali, patto di sindacato Del Vecchio-Caltagirone

L’accordo stipulato «per una gestione più efficace e profittevole»

Delfin, holding lussemburghese di Leonardo Del Vecchio, e una serie di società del gruppo Caltagirone, controllate dall'imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, hanno stipulato un patto di consultazione in vista dell'assemblea delle Generali che, la prossima primavera, sarà chiamata ad approvare l bilancio 2021 e a rinnovare il cda. Al patto i due imprenditori hanno vincolato «la totalità delle azioni Generali detenute, pari al 10,948% del capitale sociale del Leone». Lo si legge in un avviso a pagamento pubblicato su Il Messaggero. 

«La più profittevole ed efficace gestione che Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio intendono promuovere alle Generali, attraverso il patto di consultazione appena siglato», si legge, «sarà improntata alla modernizzazione tecnologica dell'attività caratteristica, al posizionamento strategico dell'impresa, nonché alla sua crescita in una logica di mercato aperta, trasparente e contendibile».

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi