Covid, Cacciari: “Ho fatto la terza dose, la legge si rispetta o te ne vai”. E sui social partono le accuse No Vax

Da sempre critico anche nei confronti del Green Pass ha rispettato le norme. Il presidente della Fondazione Gimbe: «Ha protetto se stesso»

ROMA. Ha comunicato di aver fatto la terza dose del vaccino anti-Covid e ha invitato «chi può» a procedere alla vaccinazione, perché «queste sono le leggi e finché non si ha la forza di cambiarle bisogna rispettarle». Ma l'annuncio di Massimo Cacciari – che negli ultimi mesi in molti talk show ha espresso posizioni critiche nei confronti di vaccini e Green Pass – ha scatenato prevedibilmente il web, tra indignazione, sarcasmo e ironia. Decine di post hanno addirittura fatto balzare il nome «Cacciari» in testa ai trend topic del momento.

«Dopo tutto quel casino che ha messo su, ora cambia idea?», c’è chi scrive senza mezzi termini. «Come è possibile, siete tutti schiavi?», si interroga un altro sui social. Ironia anche sulla citazione, da parte del filosofo, di Socrate e della sua condanna a morte. «I filosofi obbediscono alle leggi, anche quando le ritengono totalmente folli». «Cacciari fa la terza dose di vaccino e si giustifica citando Socrate. Beh, decisamente più originale di Robert Kennedy Jr. che ha dato la colpa alla moglie», ironizza un altro internauta.

C'è naturalmente anche chi lo difende, anche se sui social sono sempre più frequenti gli attacchi: «Chi attacca Cacciari non ha capito nulla del suo discorso», lo difende qualcuno». Anche il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, commenta su Twitter l’annuncio di Cacciari: «Ha fatto terza dose e protetto se stesso. A differenza dei #novax che lo seguono». 

La spiegazioone di Cacciari non si ferma a un telegrafico post sui social. Il filosofo spiega: «Chi può vada a vaccinarsi. Chi non è d'accordo ci vada lo stesso, perché queste sono le leggi». Risponde agli attacchi: «Non vedo alcun caso!». Cacciari resta comunque convinto della posizione assunta in questi mesi. «Si cerca di far capire l'insensatezza di una legge, si cerca di modificarla. Ma se non riesci a cambiarla la rispetti. Oppure te ne vai».

Video del giorno

Giorno della Memoria, la cerimonia alla Risiera di San Sabba a Trieste

La guida allo shopping del Gruppo Gedi