Le frustrazioni dentro il Cts e le accuse a Locatelli e Draghi: “Il confronto è solo tra loro”

La doppia circolare e la rabbia dei tecnici del ministero della Salute: un errore, sulle lezioni in presenza serviva maggiore prudenza

Che qualcosa non abbia funzionato tra Palazzo Chigi, il ministero della Salute e quello dell’Istruzione è ormai chiaro. Meno lo è che lo stop di Mario Draghi alla circolare che avrebbe fatto scattare la didattica a distanza dopo un solo caso in classe di positività al coronavirus è avvenuto in un momento di tensione tra la presidenza del Consiglio e la struttura scientifica del ministero guidato da Roberto Speranza.

Dalle

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Un'auto senza targa in fiamme nei campi a San Floriano del Collio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi