Covid, vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni: Israele inizia martedì, il Canada autorizza Pfizer. Fda: via libera a terza dose

La Fda dà il via libera al terzo richiamo di Pfizer dopo che almeno 10 stati avevano già iniziato a offrire la dose booster a tutti gli adulti

Il vaccino ai bambini è uno dei temi cruciali della lotta alla pandemia in queste settimane che spaventano per i primi segnali dell’arrivo di una quarta ondata. I cortei No Vax, che ogni fine settimana continuano ad animare le piazze italiane nonostante i divieti, sabato hanno chiesto a gran voce: «Giù le mani dai bambini» in merito al dibattito sul vaccino alla fascia di età tra i 5 e gli 11 anni. Una ricerca condotta dall’Istituto Demopolis per l’impresa sociale “Con i Bambini” ha fatto emergere i numeri di questo sentimento: con il 51% di indicazioni, prevalgono i cittadini favorevoli, convinti che estendere la vaccinazione ai bambini fra i 5 e gli 11 anni possa contribuire ad una maggiore sicurezza e al ritorno alla normalità. 4 su 10 si dichiarano contrari. Il dato dei favorevoli si contrae di 6 punti fra i genitori di figli minori, e scende al 45%.

Per questo la lente di ingrandimento è rivolta nei Paesi, come Israele e Canada, hanno già annunciato il via libera. Israele comincerà a vaccinare i minori da 5 a 11 anni a partire da martedì prossimo. Lo ha annunciato il Premier Naftali Bennett dopo l'arrivo nel Paese - con una settimana di ritardo sul previsto - delle dosi del vaccino Pfizer dosate per quella fascia di età. «Sono consapevole che ci sia una certa sensibilità su questo argomento. Ci sono molte persone che hanno paura di vaccinare i bambini e queste non sono necessariamente dei No Vax o chi crede alle teorie cospirazionistiche. La mia risposta a queste preoccupazioni è: totale trasparenza». Le autorità regolatorie del Canada, in parallelo, hanno autorizzato il vaccino anti Covid Pfizer per i bambini tra i 5 e gli 11 anni come riferiscono i media di Ottawa. Paesi che inizieranno il percorso di immunizzazione anche sui bambini, e anche l’Italia osserverà per sapere come muoversi. 

Il via libera alla terza dose

L'autorità di regolamentazione degli Stati Uniti, la Food and Drug Administration (Fda), ha dato il via libera alla terza dose dei vaccini Covid-19 a tutti gli adulti. Pfizer e Moderna hanno annunciato la decisione della Fda dopo che almeno 10 stati avevano già iniziato a offrire la dose booster a tutti gli adulti. La mossa semplifica l'elenco, fino ad ora confuso, di chi aveva diritto o meno alla terza dose, consentendo a chiunque abbia 18 anni o più di scegliere il richiamo di entrambi i vaccini sei mesi dopo aver ricevuto l'ultima dose, indipendentemente dal vaccino che hanno ricevuto per primo.

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi