Coronavirus, in 11 regioni la variante Delta fa impennare contagi e tasso di positività

Allarmante inversione di tendenza in Abruzzo, Campania, Liguria, Lombardia, Marche, Province autonome di Trento e Bolzano, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto 

ROMA. Con una incidenza dei casi settimanali ogni 100mila abitanti che da 9 sale leggermente a 11 e un  Rt che dallo 0,63 passa a 0,66 i sismografi del Monitoraggio settimanale a cura dell’Iss, all’esame stamane della cabina di regia, cominciano a rilevare le prime, deboli scosse da variante Delta. Ma si tratta pur sempre di una fotografia scattata circa una settimana fa, perché i dati di ieri e degli ultimi giorni dicono che l’ex indiana c’è e si vede pure meglio di quanto il Monitoraggio non dica.

*** Iscriviti alla newsletter Speciale coronavirus
Ieri di nuovi positivi se ne sono infatti contati 1.394, un buon 30% in più rispetto al giorno prima, ma la risalita è ancora maggiore rispetto agli 882 del giovedì della scorsa settimana, giorno con  il quale è più corretto fare il confronto. E anche il tasso di positività, ossia il numero dei contagi rilevati sul totale dei tamponi, mano a mano sale. Era lo 0,5 una settimana fa, ha toccato ora lo 0,8%.

[[ge:gelocal:la-stampa:cronaca:1.40479285:Video:https://video.lastampa.it/dossier/coronavirus/covid-origine-contagiosita-ed-efficacia-dei-vaccini-cosa-sappiamo-della-variante-delta/140754/141009]]
Dopo settimane di calo, riprendono insomma ad aumentare i casi di Covid in Italia. Nella settimana tra il 30 giugno e 6 luglio c'è stato un incremento del 5%, a fronte di un calo del 24,2% dei ricoveri, del 30,7% degli ingressi in terapia intensiva e del 26,4% delle morti. Sono alcuni dei dati che emergono dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe.

[[ge:gelocal:la-stampa:cronaca:1.40475563:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://www.lastampa.it/cronaca/2021/07/08/news/coronavirus-indagine-gimbe-nuovi-casi-in-crescita-del-5-ma-calano-i-decessi-1.40475563]]

In particolare in 11 Regioni (Abruzzo, Campania, Liguria, Lombardia, Marche, Provincia autonoma di Trento, Provincia autonoma di Bolzano, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto) si registra un incremento dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente, mentre le restanti 10 Regioni si confermano in calo. «Sul fronte dei nuovi casi settimanali - dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - dopo 15 settimane consecutive di discesa, si rileva un incremento del 5% rispetto alla settimana precedente. Anche l'attività di test, dopo 7 settimane di calo, registra un aumento del 15,5%, continuando tuttavia ad attestarsi su numeri troppo bassi, con conseguente sottostima dei nuovi casi e insufficiente tracciamento dei contatti».

[[ge:gelocal:la-stampa:cronaca:1.40479478:Video:https://video.lastampa.it/dossier/coronavirus/vaccini-ema-con-due-dosi-protetti-contro-la-variante-delta/141409/141664]]

[[ge:gelocal:la-stampa:topnews:primo-piano:1.40464589:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2021/07/05/news/covid-variante-delta-perche-rischiamo-il-boom-di-contagi-nel-pieno-delle-vacanze-e-tutte-le-regioni-in-cui-e-presente-1.40464589]]

Dalla settimana 5-11 maggio il numero di persone testate settimanalmente si è progressivamente ridotto del 60,3%, passando da 662.549 a 263.213, per poi risalire questa settimana a 303.969. I decessi, dopo l'apparente stabilizzazione della scorsa settimana (verosimilmente imputabile a ricalcoli), hanno ripreso a scendere attestandosi nell'ultima settimana a 162 con una media di 23 al giorno rispetto ai 31 della settimana precedente. «L'occupazione di posti letto da parte dei pazienti Covid si attesta al 2% - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari Gimbe - Tutte le Regioni registrano valori inferiori al 10% e sono 8 le Regioni che non contano pazienti Covid ricoverati in area critica». Dal picco del 6 aprile i posti letto occupati in area medica sono scesi da 29.337 a 1.271 (-95,7%) e quelli in terapia intensiva da 3.743 a 187 (-95%). Le persone in isolamento domiciliare, dal picco del 28 marzo, sono passate da 540.855 a 41.121 (-94,2%).

Video del giorno

Trieste, un migliaio di No Green Pass in piazza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi