In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Guerra in Ucraina, Biden: “Manderemo 31 tank M1 Abrams”

Il presidente americano nell’atteso discorso sul sostegno a Kiev

dal nostro corrispondente alberto simoni
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

WASHINGTON. Il presidente americano Joe Biden ha annunciato in un breve discorso alla Casa Bianca l’invio di 31 carri armati pesanti M1 Abrams in Ucraina, una mossa preannunciata nei giorni scorsi che rappresenta una svolta nella posizione americana. Sino a pochi giorni fa il Pentagono aveva infatti sempre sostenuto che gli Abrams non erano adatti – vista la difficoltà di manutenzione e il lungo addestramento – nel contesto ucraino.

Ci vorranno mesi, «serviranno tempo e addestramento», ha detto Biden spiegando che l’impegno americano è a lungo termine e che ogni decisione è stata presa in accordo con gli alleati

Prima di parlare dalla Casa Bianca, Biden ha avuto un colloquio telefonico con i primi ministri di Italia, Germania, Francia e Regno Unito per rafforzare l’impegno. «Siamo pienamente e totalmente uniti nel sostenere la controffensiva ucraina» ha detto Biden

Il presidente Usa nel suo breve intervento ha sottolineato che l’invio dei tank «non rappresenta una offensiva contro la Russia». Ha quindi ribadito che se le truppe russe uscissero dall’Ucraina, la guerra «finirebbe oggi».

Washington ha costruito negli undici mesi di guerra una coalizione molto ampia e Biden ha voluto sottolineare il contributo che a più livelli ogni Paese ha dato. Ha evidenziato il ruolo del Gruppo di Contatto sull’Ucraina presieduto dal segretario della Difesa Lloyd Austin che ha tenuto 8 riunioni a Ramstein; ha quindi parlato del sostegno di 143 Paesi all’Ucraina manifestatosi in ottobre in un voto all’Assemblea generale dell’Onu. E ha citato i contributi in termini di armamenti che molti Paesi europei hanno fornito, soffermandosi in particolare sul ruolo tedesco nell’invio di Patriot e in in quello inglese e francese per quanto riguarda carri armati Challenger e Amx.

Biden ha voluto soffermarsi sui rapporti con la Germania, ha ringraziato il cancelliere Scholz per la leadership mostrata e la decisione di sbloccare l’invio di tank Leopard. Altri nove Paesi si uniranno ai tedeschi mandando a Kiev entro qualche settimane i mezzi dei loro arsenali.

Ecco quanto costano i carri armati Leopard e M1 Abrams che verranno forniti all’Ucraina

Guerra Russia Ucraina, le notizie di oggi

I commenti dei lettori