In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Maltempo, neve sulle Dolomiti: brusco calo delle temperature

Primi fiocchi bianchi al passo dello Stelvio ma la strada è regolarmente percorribile. Fermati in Valle d’Aosta gli atleti al giro dei ghiacciai

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

Immagine d'archivio

 (ansa)

BOLZANO. Cartolina d'autunno questa mattina con le Dolomiti imbiancate dalla prima neve della stagione. Sulle montagne del Trentino Alto Adige e del vicino Bellunese nella notte sono caduti i primi fiocchi bianchi.
Brusco calo delle temperature sia sui rilievi che a fondovalle. A Bolzano e Merano ci sono 14 gradi, a Trento 12, a Dobbiaco solo 6. Attorno ai 2.000 metri la colonnina di mercurio e' ritornata sotto lo zero. Nessun disagio alla circolazione.
Neve ai 2.757 metri del passo dello Stelvio ma la strada è regolarmente percorribile.


Neve anche in Valle d’Aosta, fermati atleti al giro dei ghiacciai
A causa della neve caduta in Valle d’Aosta nella notte in quota – fino a 40 cm – sono state fermate definitivamente le gare di trial Tor des géants e Tor des glaciers «per garantire – comunicano gli organizzatori – le condizioni di sicurezza degli atleti». Molti concorrenti si trovano al rifugio Frassati, dove sono stati fermati. «Le condizioni meteo estremamente avverse della notte, hanno reso impraticabili i colli Saint Rhémy, Des Ceingles e del Malatrà. Tutti i corridori verranno evacuati con i mezzi dell'organizzazione a Courmayeur». Sono circa 200 i corridori che erano ancora in gara al Tor des géants.

Arriva l’autunno, piogge e temperature in calo
Piove su tutta Italia, ma domani torna il sole. Il sito ilMeteo.it avverte che un nucleo di aria fredda dalla Svezia sta attraversando il Nord-Est verso il Centro-Sud con fenomeni che saranno intensi fino a sera, con una parziale attenuazione solo dal tardo pomeriggio. Per la giornata di oggi sono attese piogge intense su Friuli Venezia Giulia e Veneto, Lombardia orientale, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Campania, Basilicata e Calabria. Le temperature saranno in generale diminuzione al Centro-Nord, in particolare tra Emilia Romagna, Toscana e Marche. Si prevedono anche 10-12°C in meno nei valori massimi, arriverà una fase da cambio di stagione. Tutto questo sarà poi accompagnato da venti molto forti con raffiche di burrasca su Sardegna, Emilia Romagna, Toscana e Marche, in estensione ad Abruzzo, Molise e sulla Puglia garganica; da segnalare poi anche il Favonio o Foehn sulle regioni alpine.

Domenica torna il sole
Domenica il tempo sembrerà quello di un altro paese rispetto al sabato: sole, attenuazione quasi completa del vento, temperature gradevoli durante il giorno ma un po' fredde al mattino: da segnare infatti minime sotto i 10 C al Centro-Nord, leggermente più alte in Lombardia e Piemonte grazie a venti più miti di Foeh.

I commenti dei lettori