Supertuscan, così quei vini rivoluzionari sono diventati dei classici

Come è cambiata la percezione delle etichette che hanno profondamente innovato il mondo del vino italiano e che ora sono "tradizionali"? A Siena, a Be.Come, una masterclass che capirli meglio
2 minuti di lettura

SIENA - «I vini Supertuscan, nati innovativi, sono ormai diventati una tradizione consolidata». Lo dice il Master of Wine Gabriele Gorelli, primo italiano a ottenere il prestigioso titolo internazionale, durante una delle masterclass di Be.Come, l’evento che a Siena ha dato vita a un progetto ambizioso e innovativo, proponendo una contaminazione virtuosa tra il mondo del vino toscano e la migliore creatività italiana.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori