Lampredotto, peposo e stracotto: 5 generazioni di trippai sul bancone di Bambi

Firenze: Giacomo Trapani, erede di una lunga dinastia di artigiani, continua il lavoro dei bisnonni con la stessa dedizione, portando lo street food cittadino nella contemporaneità ma recuperando le antiche ricette
3 minuti di lettura

Brunelleschi e i Lorena ma anche il ciabattino e l’operaio: il banchino del lampredottaio fiorentino è sempre stato il luogo democratico d’eccellenza. Lo racconta con entusiasmo Giacomo Trapani, quinta generazione di trippai, che sta portando avanti un meticoloso lavoro di recupero delle antiche ricette toscane di piatti della tradizione. Impegnato nei due locali, che prendono il nome dai bisnonni fondatori i Bambi,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori