Gli Imbutini, il formato di pasta nato da una scoperta in un mercatino dell'usato

Perfetti per raccogliere il sugo, sono stati ideati e brevettati dall'ex infermiera Flavia Valentini: prima fatti a mano uno a uno, poi perfezionati con la progettazione di un macchinario ad hoc. "Tutto è partito da uno strano arnese di cui nessuno conosceva la funzione"
4 minuti di lettura

Un nuovo formato di pasta di semola sta a poco a poco conquistando posto negli scaffali delle botteghe del gusto: gli imbutini, nati a Ozzano dell’Emilia in provincia di Bologna, ora conosciuti in tutta la regione, con l’aspirazione di una diffusione nazionale. Ad averli crearli e brevettati (o meglio, registrati all’Uami, l’agenzia europea per la registrazione di marchi disegni e modelli) è stata Flavia Valentini, che quasi per gioco è riuscita in un’impresa molto meno facile di quanto si possa pensare: non basta infatti dare all’impasto una forma carina per farne un prodotto di successo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori