Albiera Antinori: "Territorio, enoturismo e qualità hanno fatto di Bolgheri un miracolo dell'Italia del vino"

Albiera Antinori, presidente del Consorzio per la Tutela dei vini Doc Bolgheri e Doc Bolgheri Sassicaia 
Oggi sul viale dei Cipressi, nel cuore della Maremma toscana, la presentazione delle nuove annate. La presidente del Consorzio di tutela: "Le donne hanno portato più attenzione alla sostenibilità. Nel futuro, nel mondo vinicolo e non solo, ci sarà maggiore presenza femminile nei ruoli di comando". E sul biologico: "Lo Stato garantisca la certificazione unica"
7 minuti di lettura

“Bolgheri è un piccolo miracolo italiano”. Albiera Antinori lo dice con un filo di emozione nella voce. E che ha ragione, lo capisci subito. Non solo e non tanto per i risultati straordinari che in pochi decenni di vita ha raggiunto l’omonima denominazione vitivinicola, nel cuore della Maremma toscana ((il Consorzio è nato nel gennaio 1995, a pochi mesi dalla nascita del disciplinare dei vini rossi).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori