Tre giorni in Versilia alla scoperta dei segreti dell'olio extravergine

Torna a Pietrasanta Maestrod'Olio, l'evento che tra cooking show e masterclass punta a diffondere una vera cultura di settore 
1 minuti di lettura

Si possono fare i macaron senza burro? E lo Champagne si può abbinare ai sott’oli? A queste (e tante altre) domande darà una risposta Maestrod’oliola mostra-mercato che dall’11 al 13 giugno animerà il Chiostro di Sant’Agostino e piazza Duomo a Pietrasanta, a due passi dalla Versilia. Un ritorno in presenza all’insegna della conoscenza e del gusto, “una vera oil experience che mette al centro anche i bambini” spiega l’organizzatore Fausto Borella. Ma i protagonisti saranno i produttori (40 le aziende presenti), che nei tre giorni della manifestazione faranno conoscere i propri prodotti.

Un viaggio nell’Italia dell’olio, con le sue differenze e le sue particolarità. Ma anche, o soprattutto, il tentativo di far crescere la cultura dell’olio stimolando la consapevolezza dei consumatori. Ed è proprio seguendo questa filosofia che è stata realizzata anche una carta degli oli che è stata già adottata da molti stabilimenti balneari (una novità) e ristoranti della Versilia. “Un primo passo, importante, verso la costruzione di una vera cultura dell’olio”, dice ancora Borella. Ovviamente accanto ai produttori e agli artigiani del gusto, ci saranno anche gli chef con i loro show cooking. E qui si va dal più goliardico Giorgione a qualche toscano stellato (Alessandro Ferrarini, Franco Mare e Marco Stabile, Ora d’aria solo per fare due nomi), fino a Bruno Laffargue, che terrà una masterclass riservata ai bambini dove insegnerà a realizzare macaron senza burro, o Frédéric Jaunault che realizzerà sculture con le verdure. Senza dimenticare le degustazioni di champagne Encry, abbinato al caviale e ai sott’oli, o l’appuntamento con Sara Farneti, nutrizionista, che parlerà di olio e alimentazione.

Olio in degustazione in un passato evento di Maestro d'Olio 

“Inoltre si rifletterà anche sulle difficoltà di questo momento – spiega Borella –. Abbiamo organizzato un incontro con i grandi ristoratori toscani per fare il punto sul passato e il futuro di questo settore”. E poi l’arte, che a Pietrasanta è di casa. Oltre alle opere di Giuseppe Carta è previsto anche un concorso fotografico, presieduto dal maestro dei mosaici di polaroid Maurizio Galimberti. L’ingresso alla manifestazione è gratuito, per le masterclass è necessaria la prenotazione.