Ama la Sicilia, va in agriturismo e vuole spendere poco: ecco il turista gastronomico del 2021

Oggi più di un italiano su due sceglie la meta della vacanza per una motivazione golosa: solo 5 anni fa era il 21%. Tra le destinazioni più ambite Palermo, Napoli e Parigi. Tutte le novità del Rapporto su un settore in costante crescita
2 minuti di lettura

Sono sempre di più. Vanno matti per la Sicilia e la Spagna, per Napoli e Parigi. Sono curiosi, sportivi, consapevoli ed esigenti: non si accontentano più di un semplice visita a una cantina ma vogliono partecipare direttamente - seppur per il tempo della vacanza - alla vita dell’azienda vitivinicola, vendemmiando con i vignaioli. Sono i turisti enogastronomici, un esercito in continua crescita. Se infatti nel 2016 solo un viaggiatore italiano su cinque (il 21%) si era fatto guidare negli ultimi 3 anni principalmente dal cibo nella scelta della destinazione, oggi è oltre la metà (il 55%).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori