Agricoltura

Meno mais, più grano. Vincitori e vinti nella lotta per la terra innnescata dall'emergenza clima

Nel 2030 gli effetti dei cambiamenti climatici saranno ben visibili sull'agricoltura. Le coltivazioni di mais caleranno del 20% in 10 anni, quelle di grano, al contrario, aumenteranno. I Paesi poveri sono i più colpiti

2 minuti di lettura

L'impatto dei cambiamenti climatici sulle coltivazioni si vedrà probabilmente già fra 10 anni. In particolare, le colture di mais potrebbero diminuire ben del 20%, con conseguenze negative per il sostentamento di alcune popolazioni, soprattutto quelle più povere del mondo. A rivelarlo è uno studio della Nasa, pubblicato su Nature Food, basato sui più accreditati modelli che rappresentano i futuri scenari delle emissioni di gas serra e del riscaldamento globale.