Lo studio

Roghi devastanti anche per il mare: così le foreste in fiamme inquinano i sedimenti

I ricercatori dell'Università Bicocca di Milano hanno scoperto che i fondali del Mediterraneo portano i segni degli incendi sulle coste: "Le sostanze inquinanti dall'aria passano all'acqua, mettendo a rischio l'ecosistema marino"

2 minuti di lettura

Gli effetti degli incendi devastanti che divampano in questa estate del cambio climatico ormai innegabile saranno sotto i nostri occhi per anni: non solo sui fianchi dei monti anneriti ma anche in mare. Meno evidente, ma altrettanto grave e preoccupante, sarà infatti l'impatto che i roghi avranno causato agli ecosistemi marini. I ricercatori dell’Università Milano Bicocca, dei dipartimenti di Scienze dell’ambiente e della terra e di Economia dell’ateneo lombardo hanno elaborato un modello matematico-statistico che ha permesso di individuare e correlare il ruolo degli incendi delle aree boschive con la contaminazione dei sedimenti del Mar Mediterraneo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori