No del Mise alle trivelle: stop a Ombrina e ad altre 26 domande

Il ministero dello Sviluppo Economico non ha concesso l'autorizzazione a fare ricerche offshore entro 12 miglia dalla costa

1 minuti di lettura
ROMA  - Il Ministero dello Sviluppo economico "rigetta l'autorizzazione" per le ricerche offshore di petrolio e gas a Ombrina e altre 26 domande entro 12 miglia dalla costa. E' quanto scrive in un tweet il portavoce del ministro Federica Guidi.
[[ge:rep-locali:repubblica:132783749]]
"In attuazione delle recenti norme della Legge di Stabilità", si legge nel comunicato, "le comunicazioni dell'avvenuto rigetto delle istanze di permesso di ricerca e concessione di coltivazione di idrocarburi - tra cui Ombrina mare - rientranti nel perimetro di attuazione della legge di Stabilità sono da oggi disponibili sul sito del ministero dello Sviluppo economico. Nel dettaglio, sull'ultimo Bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle georisorse sono stati pubblicati in estratto 27 provvedimenti di rigetto, parziale o totale, di istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi ricadenti nelle aree precluse a nuove attività ai sensi del comma 239, articolo 1, della Legge di stabilità 2016. Le 9 istanze interamente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate. Le 18 istanze parzialmente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate per la parte interferente. Con i 27 provvedimenti è stata data piena attuazione al disposto di legge: all'interno delle aree interdette non insistono più istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi".
 
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito