Stefanel, il 7 e l'11 febbraio azienda e sindacati al Mise

Proprio i due appuntamenti al ministero, hanno spinto i lavoratori dell'azienda di Ponte di Piave a "congelare" altre azioni di sciopero contro i licenziamenti

TREVISO - Sulla scelta di attivare agitazioni alla Stefanel di Ponte di Piave sarà decisivo il nuovo incontro previsto per domani, 7 gennaio, al Ministero dello Sviluppo economico fra sindacati ed azienda.

Lo hanno stabilito i lavoratori della sede centrale in assemblea, subordinando la proclamazione di eventuali scioperi alla risposta che gli amministratori della casa del casual daranno domani all'istanza loro posta alcuni giorni fa dallo stesso ministero.

Il Mise aveva in sostanza chiesto all'azienda di ridurre il numero degli esuberi per la sede trevigiana (52 su 82) e di mantenere nel luogo in cui la società è stata fondata una significativa attività del Gruppo Stefanel, ora controllato dai fondi Oxy Italia - Attestor.

Un ulteriore incontro in sede romana è intanto stato fissato per lunedì prossimo al ministero del Lavoro.

Bocconcini di finocchi al mandarino e noci al forno

Casa di Vita