Banca Generali conferma la previsione di raccolta 2018 a 5-5,5 mld

Per quanto riguarda la composizione della raccolta nel periodo si nota come sia stata influenzata dalla forte volatilità dei mercati finanziari che in queste condizioni porta a rimandare le decisioni di investimento e ad un profilo di investimento più difensivo

TRIESTE. Banca Generali conferma il target di raccolta per il 2018 a un livello compreso tra i 5 e i 5,5 miliardi. Nei primi nei nove mesi dell’anno la raccolta netta è stata pari a 4,1 miliardi, di cui 1,7 miliardi in soluzioni gestite, 0,3 miliardi in polizze assicurative tradizionali e 2,1 miliardi in conti correnti e risparmio amministrato. «A ottobre abbiamo registrato una raccolta netta totale di 230 milioni, un risultato importante in un contesto difficile, sia per l’andamento dei mercati americani sia per le incertezze in Italia», ha affermato Gian Maria Mossa, amministratore delegato di Banca Generali durante la conference call. Il totale a ottobre è quindi pari a 4,3 miliardi. Per quanto riguarda la composizione della raccolta nel periodo si nota come sia stata influenzata dalla forte volatilità dei mercati finanziari che in queste condizioni porta a rimandare le decisioni di investimento e ad un profilo di investimento più difensivo.

«La volatilità dei mercati e le incognite legate alle dinamiche di crescita del Paese stanno accentuando i timori dei risparmiatori. In questo clima aumenta la domanda di consulenza professionale avvantaggiando realtà come Banca Generali che ha saputo distinguersi negli anni per le competenze nella protezione dei patrimoni» ha commentato la banca in una nota. La banca ha mantenuto una forte attenzione sull’innovazione del prodotto e l’arricchimento della gamma proposta, come testimonia il lancio della sicav lussemburghese Lux Im avvenuta lo scorso mese di aprile, con le prime 22 linee cui saranno aggiunte altre entro l’anno. Per i prodotti di consulenza evoluta Banca Generali conferma il target di raccolta di 2,5 miliardi per il 2018.

A fine settembre i prodotti di consulenza evoluta avevano raggiunto quota 2,3 miliardi. Le masse totali al 30 settembre 2018 hanno raggiunto i 58,5 miliardi (+9% rispetto allo scorso anno, +5% da inizio anno). Al loro interno le soluzioni gestite e assicurative sono salite a 44,2 miliardi (+7% a/a e +3% da inizio anno) e rappresentano il 76% delle masse totali. Tra queste le soluzioni contenitore hanno raggiunto i 14,8 miliardi (+8% rispetto allo scorso anno), mentre le soluzioni assicurative tradizionali sono aumentate a 15,3 miliardi (+3% a/a e da inizio anno). I depositi e il risparmio amministrato (24% delle masse totali) si sono attestati a 14,3 miliardi (+14% a/a, +12% da inizio anno). Nel dettaglio, i depositi (c/c a vista) sono stati pari a 6,9 miliardi e il risparmio amministrato pari a 7,4 miliardi.

Gamberi in stecco con pistacchi e salsa di avocado

Casa di Vita