Popolare di Vicenza, la Procura chiede l'insolvenza

La domanda, in preparazione da settimane ad opera del pool di magistrati che segue la vicenda processuale della Popolare, è stata depositata oggi alla cancelleria del tribunale civile.

La Procura di Vicenza chiede al Tribunale di dichiarare l'insolvenza di Banca Popolare di Vicenza. La domanda, in preparazione da settimane ad opera del pool di magistrati che segue la vicenda processuale della Popolare, è stata depositata oggi alla cancelleria del tribunale civile.

Nelle scorse settimane il collegio presieduto dal giudice Stefano Limitone aveva già esaminato simili richieste avanzate da due privati ma il tribunale si era riservato la decisione, forse proprio in attesa di poterla esaminare anche alla luce della richiesta arrivata dalla Procura.

Nei prossimi giorni dovrà quindi essere riaperta la discussione per arrivare a decidere se davvero Banca Popolare di Vicenza sia insolvente e se debba essere aperta una procedura fallimentare.

Sono molteplici gli scenari che si potrebbero aprire, se il tribunale dovesse rispondere in senso affermativo.

Va stabilito in quale momento l'insolvenza si sia venuta a determinare per risalire alle eventuali responsabilità fra coloro che si sono susseguiti nella gestione dopo l'uscita di scena di Gianni Zonin e di coloro che oggi sono a giudizio.

Sempre dalla dichiarazione di insolvenza e dalla sentenza di fallimento potrebbero prendere origine eventuali nuovi filoni di indagine con la contestazione di bancarotta

Sovracosce di pollo al pesto rosso

Casa di Vita