In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
musica

Robert Plant in concerto all’arena di Lignano il 26 agosto

Il pioniere dell’hard rock coi Led Zeppelin sarà tra i protagonisti della rassegna Nottinarena

1 minuto di lettura

È una leggenda vivente della musica mondiale, considerata una delle più belle voci della storia del rock. In carriera con tutti i suoi progetti ha venduto oltre 300 milioni di dischi venduti ed è stato inserito nella Rock’n’roll Hall of Fame: Robert Plant, pioniere dell’hard rock coi Led Zeppelin, annuncia il suo nuovo tour con un concerto estivo in Friuli Venezia Giulia.

Sabato 26 agosto appuntamento all’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro, all’interno della rassegna Nottinarena, che vede tra i nomi già annunciati anche Franz Ferdinand e Coma Cose. I biglietti per questo evento unico saranno in vendita dalle 12 di lunedì 27 marzo su Ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

Con i Led Zeppelin Robert Plant è diventato un’icona del Rock e della Storia della musica. Finita l’avventura con la band britannica la sua curiosità artistica lo ha spinto verso altri suoni, lo ha portato ad esplorare la psichedelia e la musica nordafricana con i suoi progetti solisti Band of Joy e Sensational Space Shifters e poi ad abbracciare le radici country e folk del rock con gli album realizzati con Alison Krauss. Fino al progetto acustico che presenterà dal vivo in Italia questa estate.

Saving Grace vedrà sul palco Robert Plant (voce), Suzi Dian (voce), Oli Jefferson (percussioni), Tony Kelsey (mandolino, baritono e chitarre acustiche) e Matt Worley (banjo, chitarre acustiche e baritono, cuatro), ha fatto il suo debutto all'inizio del 2019 con una serie di concerti a sorpresa in piccoli locali in Inghilterra, Galles e Irlanda e, successivamente, un trio di date nel Regno Unito a sostegno della Fairport Convention.

Le esibizioni intime hanno visto la band attingere da un repertorio di "musica ispirata al paesaggio onirico delle marcie gallesi", canzoni che abbracciano i diversi gusti e le influenze di Plant, in particolare la sua eterna passione per il folk britannico e americano, gli spiritual e il blues tradizionale, tra cui un numero di amati standard e preferiti di lunga data di Doc Watson, Donovan, Moby Grape e Low, tra gli altri

I commenti dei lettori