In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

È morto Piero Angela. Il figlio Alberto lo saluta su Instagram: “Buon viaggio papà”

Fedriga: «Perdiamo un riferimento e un patrimonio di sapienza inestimabile». La Sissa gli conferì il Master in Comunicazione della Scienza honoris causa

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Addio a Piero Angela. È stato il figlio, Alberto, ad annunciare su Instagam la morte del divulgatore scientifico amato da tutti gli italiani: «Buon viaggio papà». Il popolare conduttore di Super Quark aveva 93 anni.

Piero Angela, le sue frasi celebri: chiarezza, intelligenza, morte

Nei giorni scorsi Piero Angela, giornalista divulgatore di alta qualità e decano della Rai, ha voluto lasciare al sito Internet del suo programma SuperQuark l'ultimo messaggio di saluto ai telespettatori.

«Cari amici - ha scritto - mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire.

Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano. Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell'ambiente e dell'energia».

«È stata un'avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato.

Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese. Un grande abbraccio».

Il ricordo di Fedriga:

«Ha saputo raccontare in maniera semplice e alla portata di tutti le bellezze e la cultura del nostro Paese facendole conoscere al mondo. Oggi perdiamo un riferimento e un patrimonio di sapienza inestimabile». Lo scrive il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, su Twitter.

La Sissa gli conferì il Master in Comunicazione della Scienza honoris causa

«Abbiamo appreso con dolore della scomparsa di Piero Angela, un punto di riferimento per tutti coloro che, come noi, fanno ricerca con passione e ritengono che la conoscenza scientifica sia imprescindibile per orientarsi nelle tante sfide urgenti della contemporaneità. Piero Angela, a cui la Sissa ha conferito il Master in Comunicazione della Scienza honoris causa nel 2020, è stato in questo senso per
milioni di italiani una bussola di chiarezza e allo stesso tempo di rigore e gentilezza nel comunicare la scienza. Credo che noi scienziati, i tanti giornalisti e comunicatori scientifici che a lui si sono ispirati, i moltissimi giovani che grazie a lui si sono avvicinati alla scienza, il nostro Paese, possiamo tutti essergli grati.» È il ricordo di Piero Angela di Andrea Romanino, direttore della Scuola Internazionale Studi Superiori Avanzati.

I commenti dei lettori