Tags: animali

Due bambi trovano casa al centro di Terranova

Due "bambi" trovano casa al centro di Terranova

Due cuccioli di capriolo (a vederli ricordano il dolce Bambi) hanno appena trovato casa al Centro di recupero della fauna selvatica di Terranova. La struttura gestita da Damiano Baradel e dalla sua famiglia aveva già in cura un altro capriolo, così la forestale si è rivolta qui dopo aver trovato i due piccoli. Il Centro è particolarmente gettonato in questo periodo, visto che si trova a ricevere una media di 15-20 animali bisognosi di aiuto al giorno.  Ultimamente sono arrivati anche diversi cincillà: il piccolo roditore originario delle Ande pare essere diventato di moda....Solo che poi la gente si stufa di tenerli. Fotoservizio di Katia Bonaventura. GUARDA IL VIDEO

La colazione delle volpi all'Isola della Cona

La colazione delle volpi all'Isola della Cona

Che le volpi popolino la Riserva naturale dell'Isonzo/Isola della Cona è cosa nota. Ma riuscire a fotografarle è un'impresa. Sono infatti animali notturni, ed è raro avvistarle di giorno. Ci è riuscita, all'alba del 26 maggio, la fotografa Gigliola Antonazzi, che ci ha gentilmente inviato questi scatti. Mamma volpe va a caccia della colazione da dare ai suoi cuccioli, che nel frattempo se la spassano a giocare sull'erba. Davvero una bella scenetta

Trieste, un bambi sui pastini di Barcola

Trieste, un "bambi" sui pastini di Barcola

Seminascosto tra frasche, alberi e cespugli, ecco un cucciolo di capriolo far capolino a Barcola, nei pastini delle case tra la pineta e i binari della ferrovia. La bestiola si aggira nella zona tra giardini e boschetti già da qualche giorno. E' probabile che sia accompagnata da fratelli e genitori adulti. Non sembra aver troppa paura dell'uomo e osserva incuriosito il giovane fotografo che l'immortala.

Mamma capriolo salvata a Monfalcone

"Mamma capriolo" salvata a Monfalcone

Alla fine l’hanno salvata, anzi li hanno salvati. Perché a quanto sembra la femmina di capriolo scivolata ieri pomeriggio nel canale Dottori custodiva in grembo alcuni futuri bamby. Una storia a lieto fine grazie ai vigili del fuoco del distaccamento di Monfalcone e, soprattutto, i coniugi Simona Prelessi e Roberto Caris, che abitano al quarto piano di una delle palazzin e di via Volta che si affaccia proprio sul canale, nel punto in cui - proprio ai piedi dell’elipiazzola dell’ospedale - i caprioli sono soliti abbeverarsi quando scendono dal Carso infuocato. Non è la prima volta che qualche bestiola finisca per scivolare nel canale, la cui corrente lascia poco scampo. Ma stavolta gli angeli custodi della capriola sono stati, appunto, Simona e Roberto. (Foto di Katia Bonaventura) LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro