Tags: ambiente

Evita il cemento lo stagno di Medea

Evita il cemento lo stagno di Medea

di Marco Silvestri

Revocata la licenza a costruire che prevedeva il parziale interramento. Iter per il riconoscimento di biotopo

Canale della Quarantia, gli ultimi casoni abbandonati

Canale della Quarantia, gli ultimi casoni abbandonati

Paesaggi desolati eppure carichi di fascino. Silenzio. Cielo grigio che si riflette nell'acqua immota dei canali e dell'ambiente semi-lagunare della foce dell'Isonzo. Attorno, ecco l'orizzonte piatto dei terreni bonificati a Sud di Monfalcone: siamo nei dintorni di Punta Barene, canali della Quarantia e del Brancolo Morto, dove sorgono ancora 17 casoni abusivi, ormai abbandonati e ridotti a ruderi, destinati da leggi e sentenze alla demolizione. Solo che i soldi per abbattere le baracche e i pontili fatiscenti son finiti. L'ambiente è violato dal degrado, ma almeno questa desolazione restituisce impareggiabili inquadrature per l'abile obiettivo di Katia Bonaventura. LEGGI L'ARTICOLO: Quarantia ostaggio degli ultimi 17 casoni

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik