Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ipotesi pirogassificatore Le 5 richieste bipartisan

DUINO AURISINAL’attivazione di centraline di rilevamento, utili a controllare la qualità dell’aria, da posizionare fra San Giovanni di Duino, Medeazza, Villaggio del Pescatore, Duino e Monfalcone...

DUINO AURISINA

L’attivazione di centraline di rilevamento, utili a controllare la qualità dell’aria, da posizionare fra San Giovanni di Duino, Medeazza, Villaggio del Pescatore, Duino e Monfalcone oltre che nei comuni sloveni più vicini alla Cartiera Burgo. L’apertura di un sito web sempre in funzione, che metta in condizione i cittadini di poter verificare il livello di inquinanti emessi nell’aria. L’utilizzo di teli per la copertura dei residui di lavorazione. La redazione, da parte della ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

DUINO AURISINA

L’attivazione di centraline di rilevamento, utili a controllare la qualità dell’aria, da posizionare fra San Giovanni di Duino, Medeazza, Villaggio del Pescatore, Duino e Monfalcone oltre che nei comuni sloveni più vicini alla Cartiera Burgo. L’apertura di un sito web sempre in funzione, che metta in condizione i cittadini di poter verificare il livello di inquinanti emessi nell’aria. L’utilizzo di teli per la copertura dei residui di lavorazione. La redazione, da parte della proprietà, di un Piano industriale che preveda, fra l’altro, le opere di compensazione a favore del territorio e dei residenti. La predisposizione di una fidejussione, che garantisca bonifica e smontaggio a norma, in caso di futura dismissione dell’impianto.

Sono questi i punti salienti del documento unitario firmato dai rappresentanti di tutti i gruppi presenti in Consiglio comunale che comprende le osservazioni dell’amministrazione di Duino Aurisina sul progetto del pirogassificatore in area Burgo. Il testo è stato definito nel corso di una seduta comune della Seconda commissione consiliare e della Conferenza dei capigruppo, svoltasi ieri, che ha concluso una serie di confronti, dei quali erano stati protagonisti, nelle ultime settimane, il sindaco Daniela Pallotta, la giunta e i consiglieri comunali da un lato, la proprietà della Burgo, i rappresentanti sindacali e del neocostituito Comitato per la salute e il territorio dall’altro.

«Nel documento – ha spiegato Chiara Puntar, presidente della Commissione e della Conferenza – siamo riusciti a inserire tutte le richieste pervenute sia dai lavoratori sia dagli ambientalisti, oltre ovviamente alle nostre». Il documento sarà ora inviato alla Regione. —