Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vende una bici su internet ma è del Comune di Gorizia

Trentenne denunciato in città per ricettazione: offriva a 50 euro su Fb e Subito.it  il mezzo a due ruote che in realtà apparteneva alla flotta di bike sharing isontina

GORIZIA “Vendo bici da donna funziona tutto con porta pacchi dietro e davanti”. Sembra un annuncio come tanti. Il prezzo è assolutamente accattivante, 50 euro, e nel post pubblicato sia su Subito.it sia sul gruppo Facebook “Vendo compro scambio e regalo” ci sono anche le fotografie della bicicletta. Nell’immagine del portapacchi posteriore si vede però lo stemma del Comune di Gorizia e la scritta “Gorizia in bici”, il servizio di bike sharing che il capoluogo isontino mette a disposizione da ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GORIZIA “Vendo bici da donna funziona tutto con porta pacchi dietro e davanti”. Sembra un annuncio come tanti. Il prezzo è assolutamente accattivante, 50 euro, e nel post pubblicato sia su Subito.it sia sul gruppo Facebook “Vendo compro scambio e regalo” ci sono anche le fotografie della bicicletta. Nell’immagine del portapacchi posteriore si vede però lo stemma del Comune di Gorizia e la scritta “Gorizia in bici”, il servizio di bike sharing che il capoluogo isontino mette a disposizione da sei anni.

L’oggetto messo in vendita da un tale Arsene Cesar Etien (che dichiara di risiedere a Trieste e di frequentare l’Enaip), infatti, faceva parte del parco biciclette del sistema di bike-sharing cittadino goriziano. Non è neppure l’unico annuncio di biciclette in vendita a prezzi stracciati sul profilo Facebook di Arsene Cesa Etien. Dai ladri di biciclette ai ladri di bike sharing. C’è da riscrivere la storia del cinema neorealista.

Quando il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna ha ricevuto la prima segnalazione non ha creduto ai suoi occhi. «Pensavo ad uno scherzo», ha detto il primo cittadino isontino. Era invece tutto vero. Della questione è stato informato anche l’assessore all’Ambiente Francesco Del Sordi. Visto che la geolocalizzazione legava il post a Trieste, Settore Ambiente e Polizia locale di Gorizia si sono messi in contatto con la Polizia locale del capoluogo regionale. E ieri mattina gli agenti triestini si sono recati nell’abitazione dell’autore dell’annuncio, dove hanno rinvenuto la bici e hanno denunciato a piede libero per ricettazione l’uomo, di 30 anni.

In giornata il sindaco Ziberna ha quindi telefonato al comandante della Polizia locale di Trieste per ringraziarlo della collaborazione che ha portato all’individuazione in tempo reale dell’autore della tentata vendita. «La sinergia fra i comandi di Gorizia e Trieste - ha invece sottolineato l’assessore Del Sordi- ha permesso di raggiungere subito l’obiettivo di bloccare questa incredibile situazione, ora le indagini dovranno appurare come si sono svolti i fatti cercando di capire chi ha rubato la bicicletta e come ha fatto a finire a Trieste nella casa della persona che poi l’ha messa in vendita».

L’opera portata a termine dai vigili urbani è stata da manuale. Hanno preso contatto con la persona dell’annuncio di Subito.it dichiarandosi interessati all’affare della bicicletta da 50 euro. Sono stati proprio gli agenti triestini a recarsi nell'abitazione dell’autore dell’annuncio, dove hanno rinvenuto appunto la bici del Comune di Gorizia e pure una mountain bike di dubbia provenienza. Inevitabile la denuncia. A Trieste non esiste ancora il servizio di bike sharing (dovrebbe arrivare a breve), mentre a Gorizia è in funzione dal 2012. —