Quotidiani locali

Il caso

Trieste, ubriaco minaccia i vigili con un coltello

L'episodio qualche pomeriggio fa in via Ghega

TRIESTE Attimi di paura e tragedia sfiorata alcuni pomeriggi fa in via Ghega quando un uomo visibilmente alterato e con un coltello nella mano si parava all'improvviso davanti a un veicolo della Polizia Locale intimandogli di fermarsi. L'uomo, R.G. le sue iniziali, di 31 anni, cittadino italiano, invitava i vigili a scendere dal veicolo e ad entrare in un bar, per risolvere un diverbio, che lui stesso aveva avuto poco prima con un'altra persona, minacciando altrimenti di chiarire a modo suo la faccenda.

Gli agenti sono scesi dal mezzo e sono riusciti a farlo desistere da intenti ben più gravi facendogli gettare subito l'arma a terra. In poco tempo sul posto arrivava altro personale in ausilio, visto che l'altro protagonista della vicenda, un uomo triestino, M.B. le sue iniziali, del 1975, nel frattempo era uscito dal locale facendo così aumentare nuovamente la tensione tra i due.

Calmati non senza

difficoltà gli animi dei due, gli operatori hanno scortato R. G. presso il Nucleo di Polizia Giudiziaria in via Revoltella per le verifiche dove è stato denunciato all'autorità giudiziaria per porto abusivo d'arma e minaccia aggravata: ad entrambi è stata contestata l'ubriachezza manifesta.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro