Quotidiani locali

il caso

Gorizia, il leghista zittisce il collega campano: «Non puoi parlare, sei un ospite»

In Consiglio comunale l’altra sera si è rischiata la rissa. L’esponente del Carroccio Zotti “censura” Piscopo perché non è autoctono

GORIZIA «Stai zitto, non hai diritto di parola perché qui sei solo ospite». Scaramucce, provocazioni e affondi sono pane quotidiano, in Consiglio comunale a Gorizia. Ma martedì sera, con questa frase rivolta al collega di maggioranza Francesco Piscopo, il consigliere leghista Franco Zotti è andato un po’ oltre le righe. L’esponente del carroccio ha abituato chi lo conosce ad esagerare ed estremizzare, per carattere e per gusto della provocazione, ma in questo caso il modo in cui Zotti si è rivolto a Piscopo, alludendo chiaramente alla sua origine campana, non è piaciuto non solo al diretto interessato, ma più in generale a tutto il Consiglio comunale, maggioranza ed esponenti della Lega compresi.

Tutto è cominciato quando, durante la discussione di una delibera (quella sull’individuazione delle frazioni non metanizzate), Zotti secondo Piscopo si sarebbe lasciato andare nel suo intervento ad una serie di considerazioni poco pertinenti con il tema. E per questo ha chiesto al presidente del Consiglio, Luca Cagliari, di riportarlo all’ordine. Zotti però a quel punto si è visto attaccato e ha invitato Piscopo, come detto, a zittirsi, perché «solo ospite». Apriti cielo. La tensione in aula è salita alle stelle e i due protagonisti, pur non arrivando alle mani, sono venuti quasi a contatto. «Quanto accaduto è un fatto increscioso – spiega Piscopo -, anche perché oltre a me, che sono a Gorizia da 25 anni, Zotti ha offeso con le sue parole tanti altri consiglieri che hanno origini o parenti nel sud Italia».

«Io non ho assolutamente offeso nessuno, né ho qualcosa contro i meridionali visto che pure mia nonna era originaria del sud – precisa invece Zotti -. Semplicemente ritengo che se una persona arriva da fuori città, anche dopo tanti anni di permanenza, è pur sempre un ospite. Varrebbe lo stesso per me se andassi a vivere a Napoli o a Firenze o da qualsiasi

altra parte.». Intanto sono già piovute su Zotti le critiche dell’opposizione e anche della maggioranza: se il capogruppo di Forza Italia Fabio Gentile ha invitato la Lega a prendere atto dell’accaduto, riflettendo sul fatto che Zotti «va troppo spesso fuori dalle righe». —

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro