Quotidiani locali

la presentazione

Trieste, due superospiti rosa per Next 2018 dedicato al rapporto biologia-tecnologia

La senatrice a vita Cattaneo e l’ex ministra di Letta Carrozza porteranno il gotha della ricerca al festival di fine settembre

TRIESTE Elena Cattaneo, farmacologa studiosa delle cellule staminali e senatore a vita nominata da Giorgio Napolitano, e Maria Chiara Carrozza, esperta di robotica e ministro dell’Istruzione-Università-Ricerca nel veloce esecutivo presieduto da Enrico Letta, saranno tra gli ospiti della prossima edizione di Next, il “festival della ricerca scientifica” che si terrà a Trieste nel fine settimana tra venerdì 28 e domenica 30 settembre. L’indicazione è emersa ieri mattina, a margine della presentazione della manifestazione.

Le due ricercatrici faranno parte dell’ampio parterre di relatori - sono previsti poco meno di 150 contributi - che si dedicherà alla divulgazione scientifica tra le tensostrutture di piazza Unità, il ridotto del teatro Verdi, la sala di rappresentanza della Regione Fvg, il museo Revoltella, il teatro Miela. L’iniziativa è approdata alla settima edizione, avendo avuto il suo esordio nel 2012. Lo scorso anno le sue attività - secondo le stime degli organizzatori - hanno attratto 45 mila visitatori.

E così questa settima puntata è stata parzialmente anticipata nella sala comunale, di regola delegata alla celebrazione dei matrimoni con rito civile. Parzialmente perché il programma integrale sarà presentato a fine agosto. Già lanciato, comunque, il tema di stagione che sarà «NatureTech il sottile confine tra biologico e biotecnologico». L’argomento scelto è generatore di grandi dibattiti dalle forti ricadute pubbliche. La stessa distinzione, tra cosa sia naturale e cosa sia tecnologico, ha confini difficili da definire. A cominciare - si è detto - dall’agricoltura, dove l’intervento umano si è rivelato fondamentale nell’addomesticare specie selvatiche in origine poco adatte alla nostra alimentazione. Salute, invecchiamento della popolazione, nutrizione, vaccini sono solo alcuni degli spunti che si intersecheranno nei dibattiti di fine settembre.

A impostare le linee-base di Next 2018 l’assessore comunale Angela Brandi, il rettore dell’Università triestina Maurizio Fermeglia, il presidente di Area science park Sergio Paoletti, il direttore del Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie (Icgeb) Mauro Giacca. A coordinare la presentazione il direttore della manifestazione Antonio Maconi.

E’ stato ricordato che la Commissione Ue ha selezionato Next come punto di rifermento italiano per gli eventi divulgativi scientifici. Inoltre, nell’ambito della tre giorni ci sarà la “notte dei ricercatori”. Uno spazio

particolare sarà dedicato alla ricerca oncologica, con la partecipazione di Airc (associazione per la ricerca sul cancro), rappresentata ieri mattina da Giorgio Mustacchi. La mattinata del 28 avrà come protagonista il mondo della scuola. —


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro