Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Esof 2020, Trieste raccoglie il testimone di Città della Scienza a Tolosa

Folta delegazione nella città francese per “studiare” la macchina organizzativa di Esof 2018 in vista del 2020

TRIESTE Una nutrita delegazione triestina è a Tolosa da ieri, Città Europea della Scienza 2018, per partecipare alla settimana di eventi in calendario per l’EuroScience Open Forum, che si concluderà con il passaggio ufficiale di consegne a Trieste, prossima organizzatrice di Esof 2020. Una trasferta per una cinquantina di persone tra membri della Fit (Fondazione Internazionale Trieste) e quindi organizzatori di Esof 2020, istituzioni (il sindaco di Trieste e almeno un rappresentante della re ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TRIESTE Una nutrita delegazione triestina è a Tolosa da ieri, Città Europea della Scienza 2018, per partecipare alla settimana di eventi in calendario per l’EuroScience Open Forum, che si concluderà con il passaggio ufficiale di consegne a Trieste, prossima organizzatrice di Esof 2020. Una trasferta per una cinquantina di persone tra membri della Fit (Fondazione Internazionale Trieste) e quindi organizzatori di Esof 2020, istituzioni (il sindaco di Trieste e almeno un rappresentante della regione), rappresentanti degli enti scientifici e di alta formazione del territorio (dall’Università di Trieste alla Sissa, dall’Ictp ad Area Science Park) e una ventina di studenti al primo anno di dottorato che sono gli ambasciatori dell’evento Esof sul territorio.

Triplice l’obiettivo della missione triestina in terra francese: osservare con attenzione e “rubare con gli occhi” le buone pratiche della macchina organizzativa francese, partecipare alla cerimonia d’apertura e soprattutto a quella di chiusura, durante la quale avverrà il passaggio di testimone da Tolosa a Trieste, e far incontrare e interagire i referenti di Esof 2018 con quelli di Esof 2020. Ne parla Bruno Della Vedova, Tesi coordinator and Scientific programme manager. «Con la nostra presenza a Tolosa potremo tastare con mano l’organizzazione, la logistica e l’impatto sui visitatori di Esof 2018 - spiega Della Vedova -. Ci interessa in particolare valutare quanto gli eventi saranno fruibili e accessibili, perché uno dei grandi obiettivi di Esof 2020 è di diventare uno dei motori per far crescere il peso dato dall’opinione pubblica alla cultura, alla ricerca e alla scienza nell’affrontare le nuove sfide che ci attendono in futuro. Perché è proprio il senso di smarrimento e paura nei confronti di ciò che ci attende a riflettersi nel comportamento, nella mentalità delle persone, nelle scelte operate. A Tolosa troveremo delle buone pratiche da imitare e altre che si potranno migliorare: l’obiettivo è quello di fare sempre meglio».

Dal punto di vista istituzionale cruciale sarà la giornata di sabato 14 luglio, quando nel corso della cerimonia di chiusura di Esof 2018 i rappresentanti triestini di Esof 2020 riceveranno il testimone e avranno per 45’ il palco per spiegare perché Trieste è la città ideale per l’Euroscience Open Forum 2020. «Mostreremo in quest’occasione il video “Freedom for science and science for freedom», che racconta molto bene la città, il suo contesto scientifico, le sue prospettive e sfide internazionali - evidenzia Della Vedova -. Alla cerimonia porteremo anche una ventina di dottorandi provenienti da università italiane e di Slovenia, Croazia e Austria, alcuni dei Paesi che coinvolgiamo nell’iniziativa». Al ritorno da questa missione Trieste potrà fregiarsi ufficialmente del titolo di Città Europea della Scienza e proseguire nel suo cammino: è prevista per fine luglio la scadenza della seconda call di eventi pro-Esof. —