Quotidiani locali

il caso

Molo T di Muggia "liberato" dalle bombe

Intervento della Capitaneria di Porto. I tre ordigni erano già esplosi e non è stato necessario farli brillare

MUGGIA Il Molo T a Muggia non è più off-limits per i bagnanti: gli artificieri e la Capitaneria di Porto hanno infatti rimosso i tre residuati bellici rinvenuti nelle scorso settimane vicino al cosiddetto Molo “T”, classica meta balneare in strada per Lazzaretto, sulla riviera di Muggia e che avevano causato l'interdizione dell'area al pubblico.

I tre ordigni sono risultati già esplosi e quindi non è stato necessario farli brillare.

La vicenda era emersa dalla segnalazione arrivata da un sub, che mentre stava esplorando i fondali muggesani si eraaccorto di almeno due oggetti adiacenti al pilone centrale a mare della struttura. Del ritrovamento era stata informata subito la tenenza

dei Carabinieri di Muggia che a sua volta ha avvisato il Comune. L’area era stata transennata ed è stato apposto il nastro bianco-rosso con tanto di inequivocabile cartello: «È assolutamente vietato l’accesso al molo “T” e la balneazione nei pressi dello stesso per motivi di sicurezza». 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro