Quotidiani locali

progetto a san pier d’isonzo 

Anziani e bambini dialogano con le erbe

SAN PIER D’ISONZO. Unire anziani e giovani nella ricerca delle erbe spontanee e la cura di un piccolo orto aromatico. È la strada studiata dal Comune di San Pier d’Isonzo e dall’Ambito socio-assistenz...

SAN PIER D’ISONZO. Unire anziani e giovani nella ricerca delle erbe spontanee e la cura di un piccolo orto aromatico. È la strada studiata dal Comune di San Pier d’Isonzo e dall’Ambito socio-assistenziale Basso Isontino per favorire un ruolo attivo della popolazione anziana autosufficiente. Il progetto “Una comunità che si aiuta - giovani e anziani insieme” dà continuità al percorso di Domiciliarità sociale innovativa e di sviluppo di comunità già avviato a San Pier su proposta del Servizio sociale dei Comuni dell’Ambito Basso Isontino nel biennio 2017-2019. A fronte del bisogno, già accertato, di trovare momenti di incontro e confronto, spiegano l’assessore alle Politiche sociali Marta Lollis e il sindaco Riccardo Zandomeni, il Comune, l’Ambito Basso Isontino e la cooperativa Thiel hanno deciso di avviare un progetto di “Orto Aromatico”, in modo da attivare o riattivare la conoscenza sulle erbe selvatiche e officinali del territorio.

Sono state individuate le figure di un’erborista e di un’esperta di erbe spontanee, agricoltura biodinamica e orto sinergico che affronteranno questi temi andando a ricercare insieme gli usi alimentari e benefici delle piante e mettendo a confronto i metodi di una volta e quelli di oggi. Ci saranno anche giornate di uscita sul territorio, in modo da rendere concreta la teoria. Le attività prevedono poi la creazione di un piccolo orto aromatico all’interno della scuola dell’infanzia di San Pier d’Isonzo, in un percorso d’incontro e condivisione d’esperienze con i bambini. La partecipazione è gratuita, aperta anche alla popolazione dei paesi limitrofi. «L’obiettivo primario è quello di mettere al centro i nostri anziani – sottolinea l’assessore Lollis – che hanno tanto da dire e da raccontare specie alle giovani generazioni, arricchendo con la loro esperienza e competenza il percorso di vita dei bambini e allo stesso tempo far sì che i bambini si sentano partecipi della cura e conoscenza del loro territorio, ma anche dello straordinario vissuto degli anziani». Il progetto sarà presentato mercoledì, alle 16, nella sala adiacente la Biblioteca di San Pier d’Isonzo, in via Sauro, dove avranno luogo anche gli incontri settimanali. Si inizia il 4 aprile, dalle 15.30 alle 17, con un’introduzione alle erbe selvatiche; l’11 aprile è prevista un’uscita sul Carso o sull’Isonzo prossimi a San

Pier, per un confronto e la raccolta delle piante. Il 18 aprile, dalle 15.30 alle 17, l’incontro sulle erbe officinali, l’ultimo di teoria prima della preparazione del terreno a scuola assieme ai bambini (il 27 aprile) e la messa a dimora delle piantine (il 4 maggio).(la.bl.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro