Quotidiani locali

Grande guerra, fondi regionali pure a San Pier

Comune premiato per il suo progetto di laboratori didattici che coinvolge la locale scuola di ceramica

SAN PIER D’ISONZO. Il Comune di San Pier d’Isonzo realizzerà un progetto educativo e di promozione del territorio legato al centenario della Grande guerra, valorizzando anche la propria Scuola di ceramica. La proposta dell’amministrazione locale è risultata premiata dal bando indetto dalla Regione, ottenendo un contributo di 12.500 euro. Quanto era stato richiesto. L’assessore Marta Lollis ha colto al volo la nuova possibilità di finanziamento, realizzando, grazie al contributo indispensabile dei partner di progetto, una proposta didattico educativa che andrà a coinvolgere numerose scuole del mandamento.

Il progetto si intitola “1918 punto a capo. Oltre la Guerra verso la Pace” e prevede un’escursione storico-rievocativa sui luoghi della memoria del conflitto. «Con il supporto di apparati espositivi ed esperti, l’escursione avrà come obiettivo – spiegano il sindaco Riccardo Zandomeni e l’assessore Lollis – l’educazione alla memoria e alla pace e offrirà spunti di riflessione sui parallelismi tra il primo conflitto e l’attualità». Un’attività arricchita dal supporto storico, tecnico e logistico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia, Consorzio culturale del Monfalconese e Pro Loco San Piero.

Attraverso laboratori didattici informali si favorirà la partecipazione e interazione dei giovani, approfondendo gli obiettivi del progetto, in particolar modo l’educazione all’analisi critica dei fatti storici e affrontando il tema delle fonti e di come si possa raccontare la storia. Saranno coinvolti esperti della Grande guerra, in particolare Elisa De Zan che grazie alla sua esperienza nel raccontare la storia ai ragazzi è diventata un punto di riferimento storico e didattico imprescindibile, come anche il gruppo storico culturale Grigioverdi del Carso e il loro presidente Andrea Ferletic. Incontri informali di presentazione di testi di letteratura per ragazzi daranno ai giovani l’opportunità di conoscere materiale che permetterà loro di approfondire l’argomento e sviluppare in autonomia una riflessione. Qui si inserisce la competenza dell’associazione L’Albero del Melogramma di Fogliano che coordinerà l’attività.

Prova tangibile dell’attività preparatoria svolta saranno i laboratori creativi. Il challenge permetterà ai ragazzi di scegliere il mezzo espressivo che più preferiscono per completare l’attività di riflessione alla luce della situazione geopolitica attuale. Le opere saranno poi condivise sui social e presentate al pubblico tramite audiovisivi. Le realizzazioni delle attività artistiche (laboratorio di ceramica della Scuola comunale di San Pier con “La materia del ricordo”, “Albero con la memoria lunga”, “Panchine del tempo”) presentati al grande pubblico come installazioni sul territorio, saranno momento di riflessione

condiviso con la popolazione. Il Comune di Fogliano Redipuglia favorirà la promozione degli eventi come anche il commissariato generale di Onorcaduti di Redipuglia, mentre la parte multimediale sarà curata dall’associazione Leali delle Notizie di Ronchi dei Legionari. (la. bl.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro