Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Porta Aquileia, al lavoro per la nuova rotatoria

Palmanova: ruspe di Fvg Strade in azione all’incrocio tra le strade 353 e 252 L’intervento durerà sei mesi. Al centro della rotonda una stella a nove punte

PALMANOVA. Sono partiti i lavori per la realizzazione, da parte di Fvg Strade, della rotatoria nei pressi di porta Aquileia, un’opera che andrà a sostituire l’incrocio tra due strade regionali, la 352 Udine-Grado e la 252, la cosiddetta Napoleonica. L’intervento prevede anche la realizzazione di circa 700 metri di marciapiedi su viale Taglio, nel tratto dalla rotonda in direzione dell’autostrada sul lato ovest. L’importo dei soli lavori (dopo il ribasso d’asta e tolte le spese tecniche, i co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PALMANOVA. Sono partiti i lavori per la realizzazione, da parte di Fvg Strade, della rotatoria nei pressi di porta Aquileia, un’opera che andrà a sostituire l’incrocio tra due strade regionali, la 352 Udine-Grado e la 252, la cosiddetta Napoleonica. L’intervento prevede anche la realizzazione di circa 700 metri di marciapiedi su viale Taglio, nel tratto dalla rotonda in direzione dell’autostrada sul lato ovest. L’importo dei soli lavori (dopo il ribasso d’asta e tolte le spese tecniche, i costi degli espropri e altre voci) si assesta sui 938.000 euro. Le ditte che hanno vinto la gara d’appalto, Costruzioni Rusalen e Adriastrade, inizieranno a lavorare realizzando, nella prima fase, i marciapiedi lungo viale Taglio. La soluzione individuata prevede di conservare gli alberi presenti a bordo strada e di creare i marciapiedi aldilà degli stessi, con una larghezza minima di un metro e mezzo. La zona, che attualmente ne è priva, sarà anche dotata di tre attraversamenti pedonali.

Spiega Nicola Comuzzi, direttore dei lavori: «Cercheremo di minimizzare i disagi per le utenze, lungo quest’arteria assai trafficata. Non verranno creati sensi unici alternati, ma solo locali e temporanei restringimenti di carreggiata. Anche durante i lavori per la realizzazione della rotatoria, il flusso dei veicoli non verrà interrotto, le ditte creeranno delle piccole deviazioni in loco in modo da garantire sempre il passaggio delle auto, senza neppure avvalersi di semafori».

Nella seconda fase verrà realizzata la rotatoria a quattro rami, con lo spostamento verso nord di via Matteotti, in modo da rendere l’uscita sulla 352, simmetrica alla Regionale 252. Tale spostamento creerà nuove aree libere, alcune delle quali verranno sistemate a verde, altre adibite a parcheggi per i bus turistici. Il diametro esterno della rotatoria sarà di 50 metri, mentre la piattaforma pavimentata dell’anello giratorio sarà larga complessivamente 11 metri. Tra le migliorie all’opera apportate dalle ditte che si sono aggiudicate l’appalto, la realizzazione, nell’isola interna, di un arredo che richiama la forma della città fortezza, con il suo ennagono, le nove punte delle fortificazioni e la suddivisione in insule tipica della sua struttura urbana. Tale proposta ha già avuto il nulla osta da parte della Soprintendenza. Fvg Strade indica in 180 giorni il tempo necessario per la realizzazione dell’intervento.

«Questa rotatoria e i marciapiedi su viale Taglio – commenta il sindaco Francesco Martines – sono opere attese da tempo. Esse raggiungeranno il duplice scopo di mettere in sicurezza la zona e di creare un ingresso degno di una città, patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco. Adesso l’obiettivo sarà anche quello di lavorare all’altra grande opera: le rotatorie e il sottopasso di località San Marco che dovrebbero essere appaltati entro l’anno».

©RIPRODUZIONE RISERVATA