Quotidiani locali

Niente forze dell’ordine, ma torna il vigile

Turriaco riavrà un suo vigile, ma solo a partire dall’1 luglio. La procedura di selezione si è chiusa con l’individuazione del nuovo agente di Polizia municipale, in sostituzione del dipendente...

Turriaco riavrà un suo vigile, ma solo a partire dall’1 luglio. La procedura di selezione si è chiusa con l’individuazione del nuovo agente di Polizia municipale, in sostituzione del dipendente andato in quiescenza alla fine del 2017. L’Unione territoriale intercomunale Natisone, di cui l’agente, l’ispettore Alessandro Paesini, nato a Gorizia 51 anni fa, ha però dato il nullaosta alla mobilità solo con l’inizio di luglio. Ci vorranno quindi circa altri quattro mesi perché il paese possa contare su una maggiore presenza della Polizia locale, anche se in caso di emergenza è garantito l’intervento di una pattuglia del servizio associato di Polizia municipale di cui il Comune di Turriaco fa parte assieme a San Canzian d’Isonzo (capofila), Doberdò del Lago e Sagrado.

Tenendo forse anche conto dei tempi necessari per il rimpiazzo, tramite appunto il bando già espletato per mobilità tra enti, l’amministrazione comunale ha previsto non a caso di incassare nel 2018 solo tremila euro di sanzioni elevate per contravvenzioni al Codice della Strada.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro