Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Nessun furetto, ma nemmeno conigli tra i residenti “regolari”

I monfalconesi sembrano andare sul classico, stando agli animali iscritti all’Anagrafe comunale. A essere registrati sono solo, per ora, cani e gatti. Nessun furetto, nessun inguana, per intendersi....

I monfalconesi sembrano andare sul classico, stando agli animali iscritti all’Anagrafe comunale. A essere registrati sono solo, per ora, cani e gatti. Nessun furetto, nessun inguana, per intendersi. Anche se non è escluso che animali decisamente più esotici dei più diffusi amici a quattro zampe tengano compagnia ai loro proprietari in villette e appartamenti della città. Finora di smarrimenti particolari a Monfalcone non pare ce ne siano stati, a parte quelli di qualche pappagallo. Come il bel esemplare di Calopsite che pochi anni fa si infilò nella libreria Ubik Rinascita di viale San Marco, rischiando di ferirsi, a causa dello spavento di ritrovarsi in un ambiente non conosciuto e al chiuso. Recuperato dai Vigili del fuoco fu poi portato al Centro di recupero della fauna selvatica a Terranova, che accoglie ogni anno anche decine di esemplari di fauna esotica.