Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Dal consiglio sì alla mozione sull’accoglienza dei profughi

AIELLO. Il consiglio comunale di Aiello ha varato, con parere unanime, il regolamento della nuova commissione urbanistica, finalizzata a fornire pareri competenti in merito al futuro assetto del...

AIELLO. Il consiglio comunale di Aiello ha varato, con parere unanime, il regolamento della nuova commissione urbanistica, finalizzata a fornire pareri competenti in merito al futuro assetto del paese. È stata condivisa all’unanimità anche la mozione di sostegno all’azione di accoglienza dei richiedenti asilo, che si sta svolgendo ad Aiello con il metodo Sprar.

Nel corso della seduta, inoltre, è stato approvato, senza alcun voto contrario, il bilancio preventivo per il 2018. Molti sono gli investimenti previsti, dai lavori di ristrutturazione della casa di riposo ai marciapiedi di Joannis, dalla progettazione e sistemazione in co-housing dell’ex municipio di via XXIV maggio al piano paesaggistico locale. Durante il consiglio è stata sottolineata l’intensa collaborazione con i Comuni di Ruda e Campolongo Tapogliano e anche gli ottimi rapporti della comunità aiellese con il paese carinziano di Metnitz.

«Particolare importanza – commenta il sindaco di Aiello, Andrea Bellavite – è stata data alla scelta di costituire un ampio coordinamento tra le tante realtà che si interessano di questioni sociali, con speciale attenzione a problematiche urgenti, per esempio quelle relative alla salute mentale, alla terza e quarta età, all’infanzia, alle nuove povertà, alla disoccupazione, all’immigrazione e ai diritti civili. Abbiamo ribadito l’orientamento politico di un’amministrazione contraria al consumo del suolo e favorevole alle ristrutturazioni. È stata rinviata alla prossima seduta, in modo tale da consentire un accordo tra maggioranza e minoranza, la decisione in merito a un ordine del giorno contrario alla concessione del territorio e delle strutture del territorio di Aiello a iniziative e manifestazioni che si richiamano al fascismo e avverse alla Costituzione». (e.m.)