Quotidiani locali

La Festa della donna anticipata dal flambè

Una serie di iniziative sull’isola a partire da domani. Ma il campionato dell’arte in cucina parla rosa

GRADO. Alla festa della donna dell’8 marzo Grado si presenta con alcune proposte messe in calendario dal Comune, da associazioni e da singoli operatori. Partiamo dal campionato italiano di cucina alla fiamma Le Donne nell’Arte del Flambè che si svolge oggi e si conclude proprio domani con le ultime prove delle squadre (ingresso libero e votazione giornaliera del pubblico) che partecipano alla gara, con la visita in laguna e a Barbana degli ospiti giunti da tutt’Italia ma anche dall’estero e in serata con il Dinner di Gala con le premiazioni e la spettacolare Parata delle lampade (tutte le maître preparano in contemporanea alla fiamma delle speciali crepes). Le Donne nell’Arte del Flambé”, che rientra nel grande cartellone de L’Isola delle Donne organizzato dall’assessorato alle pari opportunità, che si apre domani con alcune mostre ma, che in realtà vedrà diverse iniziative fra il 6 e l’8 aprile. Domani poi, alle 16. 30 alla Casa della musica aprirà i battenti la mostra Artiste di Grado con l’esposizione delle opere (sculture, dipinti e fotografie che ritraggono le donne nelle loro mille sfumature) di 15 artiste residente nell’isola: Agnes Keller, Rosa Maria Cagnina, Vincenzina Campisi, Germana Corbatto, Laura Damiani, Rosanna Delle Case, Carla Dovier, Tiziana Dovier, Fedora Foschiani, Antonia Marchesan, Donatella Marchesan, Ornella Panciera, Mattea Pinatti, Giorgia Prezioso, Stefania Trevisan. A seguire si aprirà il percorso con le installazioni delle artiste del progetto Aeson, disposte all’interno del castrum cittadino, concepite per dialogare con il paesaggio e trasformare la quotidianità dei luoghi in evocazioni e storie. L’edizione 2018 proporrà, per la direzione artistica di Devid Strussiat, opere di Jo Egon, Alice Piant, Simone Paulin, Elena Poguz & Daniele Bianchi ed Emiliano Movio. Entrambe le esposizioni si potranno ammirare sino all’8 aprile. Da segnalare, infine, che alcuni ristoranti e pizzerie hanno predisposto per la serata dell’8 marzo menù con proposte accattivanti. Fra questi c’è il Bistrot Ratatuille di Città Giardino

che propone una cena che si apre con un bouquet di antipasti per proseguire con gli spaghetti quadrati alla carbonara di gamberoni serviti nel cesto di parmigiano, con lo spiedino di mazzancolle al gratin di polenta con macedonia di verdure fresche e couscous al curry.(an. bo

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro