Quotidiani locali

Vai alla pagina su Il Piccolo Balcani
I cantieri milionari nei marina croati. Rovigno superstar
adriatico

I cantieri milionari nei marina croati. Rovigno superstar

L’opera nella città di Sant’Eufemia è già in corso e sarà conclusa tra pochi mesi. Lavori anche a Cherso, Arbe e Pago

ABBAZIA. L'impresa abbaziana Aci, di proprietà dello Stato croato, intende recitare anche nel 2018 un ruolo di protagonista nel mondo della nautica da diporto in Adriatico. Proprietaria di ben 22 marina disseminati dall'Istria al profondo sud della Dalmazia, toccando anche il Quarnero, l'Aci ha annunciato che quest'anno investirà la somma di 156 milioni di kune, quasi 21 milioni di euro, in lavori di miglioria di alcuni tra i suoi principali impianti.

leggi anche:

Per Juraj Bukša, membro della direzione aziendale, l'investimento più grande riguarda il porticciolo turistico di Rovigno, sottoposto da mesi a lavori di ristrutturazione. La spesa nella città di Sant'Eufemia ammonta a 134 milioni di kune, sui 18 milioni di euro. «L'opera è in corso e sarà portata a termine tra pochi mesi – è quanto rivelato da Bukša – l'elevato investimento permetterà allo scalo rovignese di diventare il più moderno in Croazia, con servizi d'alto livello in campo diportistico e turistico, senza trascurare la tradizionale clientela di questo marina istriano. Rovigno diventerà il porto ideale per i megayacht e i loro equipaggi».

leggi anche:

Oltre a questa spesa, il gigante abbaziano stanzierà nel 2018 altri 22 milioni kune, sui 3 milioni di euro, per vari interventi di rifacimento e ammodernamento. Riguarderanno in primo luogo il marina di Cherso, con ritocchi qualitativi nei riguardi degli appartamenti a disposizione dei diportisti. Inoltre quest'anno si procederà alla stesura della documentazione progettuale che servirà alla ristrutturazione degli scali dell'Aci ad Abbazia e a San Pietro in Draga, nell'isola quarnerina di Arbe. «Posso confermarvi che abbiamo ricevuto la concessione – prosegue Bukša – per la collocazione di 18 boe d'ancoraggio nell'insenatura di Vozarica, nelle vicinanze di Scardona (Skradin), nella regione di Sebenico, in Dalmazia.

leggi anche:

Non finisce qui perché in colalborazione con le autorità della municipalità di Novalja, sull'isola di Pago, abbiamo avviato la procedura per l'approntamento di un porticciolo turistico in questo comune, frequentatissimo dai giovani durante l'alta stagione turistica». Bukša ha poi reso noto che ha ottenuto a fondo perduto dall'Ue 362 mila euro, per il finanziamento del progetto di restauro della residenza Sorkocevic, vicino al marina Aci a Comolach (Komolac), che dista a 7 chilometri da Ragusa (Dubrovnik).


 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro