Quotidiani locali

Auto contromano, frontale in Gvt

Lo scontro dopo la galleria di Servola sul tratto in direzione Muggia. Due feriti

Ha imboccato l’ex Grande viabilità triestina contromano, finendo la sua corsa schiantandosi frontalmente con un’autovettura che procedeva regolarmente, all’altezza dell’uscita di Valmaura. Uno scontro tremendo che ha ferito gravemente i due conducenti. Per fortuna entrambi non corrono pericolo di vita.

«Forse un malore che gli ha impedito di rendersi conto di cosa stava facendo», affermano fonti vicine all’uomo, conducente della Panda Van che nella notte tra martedì e ieri, intorno alle 3, ha imboccato la “sopraelevata” contromano. L’uomo di 55 anni, F.P. le sue iniziali, è arrivato a percorrere diversi chilometri sulla corsia nord, quella che regolarmente conduce dal centro cittadino verso Muggia. Giunto in prossimità del chilometro 2+700, poco dopo la galleria di Servola, ha trovato sul suo cammino una Bmw 318i, che procedeva regolarmente verso Muggia. Il frontale è stato molto violento. L’uomo alla guida della Panda ha subito un fortissimo trauma cranico e una pericolosa ferita alla testa, rimanendo anche bloccato nell’abitacolo. Il conducente della Bmw, L.E. di 36 anni, è rimasto anch’egli ferito gravemente. Entrambi, come accennato, non sono in pericolo di vita. La chiamata al numero unico di emergenza 112 è partita quasi immediatamente e sul posto sono giunte due ambulanze del Sistema 118 e un’auto medicalizzata. Il 36enne conducente della Bmw è stato stabilizzato e nel giro di pochissimi minuti è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara in codice giallo. Non ha avuto la stessa sorte il conducente della Fiat Panda. Rimasto infatti incastrato nell’auto, i sanitari hanno dovuto attendere l’arrivo, di lì a pochissimi minuti, dei vigili del fuoco della Stazione di Trieste Centrale. I pompieri grazie alle pinze oleodinamiche sono riusciti in breve tempo a liberare l’uomo dalle lamiere. I paramedici della seconda ambulanza hanno poi provveduto al trasporto in ospedale. Le operazioni dei vigili del fuoco si sono poi spostate sugli autoveicoli, che sono stati messi in sicurezza con il distacco delle batterie, per evitare possibili inneschi d’incendio.



Sul luogo sono anche sopraggiunte due pattuglie della polizia stradale di Trieste. Gli agenti hanno lavorato alacremente soprattutto per mettere in sicurezza il tratto di strada interessato dalle operazioni di soccorso. Nonché per effettuare i rilievi di legge. (e.f.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro