Quotidiani locali

La solidarietà del Comune agli operai

Duino, la mozione sugli ammortizzatori sociali per evitare il licenziamento dei lavoratori della cartiera Burgo

DUINO AURISINA . «Prorogare l’utilizzo degli ammortizzatori sociali oltre il termine della loro scadenza, fissato per il 28 febbraio, per impedire l’avvio delle procedure di licenziamento dei lavoratori della cartiera Burgo». Questo, in sintesi, il contenuto della mozione che sarà presentata dopodomani al consiglio comunale di Duino Aurisina dalla giunta guidata dal sindaco Daniela Pallotta. Si tratta di un documento già approvato all’unanimità dai capigruppo e che interviene sulla procedura di licenziamento collettivo per riduzione del personale, in base alla legge 223/91, aperta dalla Societa Burgo Group Spa – stabilimento di Duino.

«Considerato che lo scorso 13 dicembre la Burgo Spa ha aperto la procedura di licenziamento collettivo – si legge nel testo predisposto dall’esecutivo – e che tale azione unilaterale dell’azienda sin da subito non è stata condivisa dalle sigle sindacali, in quanto disattende gli impegni condivisi con le parti attraverso l’accordo del 17 dicembre del 2015, in cui la Burgo Group Spa si impegnava a convertire la Linea 2, sosteniamo l’urgenza di un allungamento dei termini nel ricorso agli ammortizzatori sociali». Durante gli incontri della prima fase della procedura, l’azienda aveva proposto alle sigle sindacali il rinnovo della solidarietà per 7 mesi, attraverso un accordo quadro in cui condividere i criteri di scelta per l’individuazione del personale in esubero dello stabilimento e cambiamenti organizzativi. Nell’incontro del 18 gennaio di quest’anno il rappresentante della Burgo aveva informato le sigle sindacali della volontà di concludere la vertenza attraverso il licenziamento, secondo quanto richiesto «dall’imprenditore interessato alla acquisizione dell’impianto da riconvertire attraverso la costituzione di una Newco».

«Allo stato attuale – si legge nel documento che sarà sottoposto all’approvazione del consiglio comunale – la delegazione sindacale e l’amministrazione comunale lamentano la totale assenza di informazioni riguardanti l’impegno dell’imprenditore individuato dalla Burgo a rendere sicuro l’impegno a risolvere la vertenza, rendendo

ad oggi impossibile qualunque ragionamento con l’azienda da parte delle sigle sindacali. Non si ha infine alcuna informazione relativa alle pratiche, a sostegno e deliberanti, inoltrate, a dire della Burgo, presso gli uffici regionali e del Mise».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro